Ex Irisbus, Del Rosso non molla. In bilico Ferrovie dello Stato

Ex Irisbus, Del Rosso non molla. In bilico Ferrovie dello Stato

8 novembre 2018

“Del Rosso non ha alcuna intenzione di fare marcia indietro, ha detto che con lui Industria Italiana Autobus non fallirà. Francamente mi sembra più intenzionato a rilanciare che a passare mano”. L’intervista dell’amministratore di IIA Stefano Del Rosso, rilasciata al Corriere della Sera (edizione di Bologna) a poche ore di distanza dall’incontro verità in programma oggi alle 18 Mise, non lascia tranquilla Silvia Curcio della Fiom Cgil.

“Nell’intervista – aggiunge Curcio – Del Rosso si fa forte anche delle nuove commesse in arrivo da Roma. La verità è che il Governo non ha fatto la sua parte fino in fondo, chiarendo la situazione e definendo il ruolo di tutte le parti in campo. Oggi rischiamo un ulteriore rinvio, in attesa del Cda di IIA di domani (venerdì 9 novembre) il cui esito diventa empre più imprevedibile”.

Curcio preferisce in ogni caso attendere l’imminente passaggio ministeriale. “Ci vuole qualuno che capitalizzi, altrimenti da questa situazione non si uscirà facilmente. Comincio a temere che con Ferrovie dello Stato non sia andata come previsto. Del resto anche in passato, con il ministro De Vincenti, c’era una società finanziaria vicina e pronta ad entrare in gioco. Poi, senza alcuna spiegazione ufficiale, la pista è di fatto tramontata. Ecco, non vorrei che anche in questo caso succedesse qualcosa di simile”.

Anche un gruppo cinese, in un recente passato, è stato ad un passo dall’ingresso in società. Ma, anche in quel caso, tutto finì in un nulla di fatto. A fine anno, intanto, scadrà anche la cassa integrazione straordinaria. Un motivo in più per accelerare l’iter e far decollare definitivamente il polo nazionale per la produzione di pullman.