Ex Irisbus, allarme Fismic: “Nessuna garanzia per gli stipendi dei lavoratori”

Ex Irisbus, allarme Fismic: “Nessuna garanzia per gli stipendi dei lavoratori”

9 novembre 2018

“In questo quadro di incertezze nessuno ha potuto rassicurare i lavoratori sul pagamento dello stipendio di ottobre visto l’aumentare della massa debitoria e del sostanziale blocco della produzione nei due stabilimenti italiani”.

“Siamo delusi ed amareggiati”, dichiarano i delegati Giovanni Garofano e Gerardo Novino presenti ieri a Roma insieme al Segretario del Fismic Giuseppe Zaolino. “Questo tira e molla al Mise non va assolutamente bene. Abbiamo la netta sensazione che per questioni politiche si stia giocando sulla nostra pelle”.

“I lavoratori di Valle Ufita vedono allontanarsi il loro rientro in fabbrica con l’aggravante che oggi Industria Italiana potrà decidere di portare i libri in tribunale. Ci auguriamo”, concludono Garofano e Novino, “che ad un passo dal baratro, tutti possano rinsavire e lavorare per un progetto concreto di rilancio, superando le divisioni politiche, dando prova di serietà e concretezza”.