Ex Fma, nuove produzioni per l’addio alla crisi

Ex Fma, nuove produzioni per l’addio alla crisi

22 marzo 2016

Il giorno dopo la presentazione ufficiale del nuovo motore 2.2 (Giorgio) che sarà montato sulla nuova Giulia, costruita a Cassino, la Fismic di Avellino ha analizzato con i propri delegati ed attivisti, l’importanza e l’impatto che avrà la produzione a Pratola Serra del motore che farà di nuovo sognare gli Alfisti di tutto il mondo.

“Giorgio -dichiara Zaolino Segretario Generale della Fismic di Avellino – darà un contributo importante per il superamento definitivo della lunga crisi che ha investito la ex FMA in questi anni. Sono stati battuti gufi e profeti di sventura che avevano scommesso sulla chiusura della fabbrica, compresa la FIOM che in una recente assemblea tenuta in fabbrica ha continuato a mettere in dubbio la bontà del progetto industriale e la capacità dello stabilimento a superare definitivamente la crisi”

“Noi della Fismic –continua Zaolino-insieme alle altre organizzazioni sindacali firmatari del CCSL possiamo andare fieri dell’impegno profuso in questi anni difficili per il superamento della crisi e adesso che abbiamo portato anche gli aumenti economici con il premio erogato con la busta paga di febbraio, i lavoratori possono fare la giusta differenza tra il vecchio modello sindacale e inconcludente della FIOM e il nuovo modo di tutelare gli interessi dei lavoratori con il sistema partecipativo”

“Servono fatti concreti – conclude Zaolino – la ripartenza della ex FMA porta serenità ai 1800 dipendenti e contribuirà alla ripresa economica dell’Irpinia”