Torre del Greco, scoperta una maxi evasione fiscale: nei guai società e amministratori

Torre del Greco, scoperta una maxi evasione fiscale: nei guai società e amministratori

20 Luglio 2020

Lo scorso 10 luglio i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per un valore complessivo di 378mila euro, emesso dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata, nei confronti degli amministratori di una società di Torre del Greco operante nel settore della ristorazione e delle attività turistico-ricettive. I soggetti in questione si sono resi responsabili del reato fiscale di omessa dichiarazione dei redditi e quindi dell’indebito conseguimento di profitti illeciti derivanti dal mancato versamento delle imposte dovute all’Erario.

Il provvedimento cautelare è giunto all’esito di un’indagine sviluppata dalle Fiamme Gialle di Torre del Greco nel 2018, quando emerse che l’impresa a partire dal 2012 aveva totalmente occultato al fisco 2 milioni di euro, ricorrendo tra l’altro all’assunzione di 12 lavoratori dipendenti completamente “in nero”.

Oltre alle somme di denaro depositate sui conti correnti degli indagati, sono state sequestrate anche quote societarie, autovetture ed immobili – tra i quali un appartamento situato a Roccaraso e quote di proprietà di sette appartamenti a Torre del Greco – per un valore complessivo di 378mila euro, pari alle imposte illecitamente sottratte all’amministrazione finanziaria.