Eurocup o Champions League, quale futuro per la Sidigas?

Eurocup o Champions League, quale futuro per la Sidigas?

9 marzo 2017

Eurocup o Basketball Champions League? Questo il dubbio dei tifosi della Sidigas Avellino – e forse anche della società stessa – all’indomani dell’eliminazione agli ottavi di finale contro la conterranea Reyer Venezia. Non c’è stato lieto fine per la Beneamata dopo un stagione europea disputata da grande. Si è partiti con la storica vittoria oltre i confini nazionali della Pinki Sports Hall di Sremska Mitrovica, fino ad espugnare difficili campi come Tenerife o il tempio di Zagabria titolato a Drazen Petrovic. Alla fine però è stata l’Umana a raggiungere la Dinamo Sassari ai quarti di finale: sono due infatti le tricolori ancora in lizza tra le migliori otto d’Europa.

L’esperimento Basket Champions League, alla sua prima apparizione, sembra esser riuscito per le italiane e proprio per questo la Fip riproporrà una nutrita pattuglia di partecipanti alle Coppe Europee anche nella prossima stagione. Quest’anno la querelle Eurocup ha ridotto le 8 del 2015/16 (Milano e Sassari in Eurolega; Reggio Emilia, Trento, Brindisi e Venezia in Eurocup; Cantù e Varese in Fiba Europe Cup) a 5 (Milano in Eurolega; Sassari, Avellino, Venezia e Varese in Champions League), ma nella prossima stagione si potrà arrivare fino ad un tetto di 9 posti complessivi.

La società di Contrada Vasto, da questo punto di vista, può stare tranquilla. Se le porte per l’Eurolega sono più che sbarrate se non ti chiami Olimpia Milano, l’Eurocup a 24 squadre e la Champions League a 32 permettono rispettivamente 2 posti per la prima (con richiesta di una terza Wild Card) e 3 per la seconda.

I correlativi accessi verranno stabiliti in base alla classifica finale del 2016/17 al termine dei playoff (le eliminate in semifinale e ai quarti saranno ordinate in base al piazzamento della regular season): se, come è probabile, i club voteranno per mettere l’Eurocup davanti alla Champions, nella seconda coppa Eca andranno le prime due classificate e nella prima coppa Fiba le tre successive meglio qualificate. Inoltre sarà a disposizione un posto in Fiba Europe Cup oltre a quello già conquistato dalla Virtus Bologna in qualità di vincitrice della Coppa Italia di Serie A2.

La Sidigas, attualmente seconda alla pari della Reyer e con ambizioni importanti, avrebbe a questo punto soltanto l’imbarazzo della scelta. Certo, Green e soci dovranno iniziare a cambiare in positivo il rullino di marcia dopo le cinque sconfitte di fila. Da domenica si fa nuovamente sul serio contro Reggio Emilia prima e Sassari poi, due match che testeranno la voglia di riscatto della squadra dopo l’eliminazione formato Champions.

Renato Spiniello