Estrazione abusiva dal fiume Miscano: scattano denunce e sequestro

Estrazione abusiva dal fiume Miscano: scattano denunce e sequestro

6 luglio 2019

Abuso edilizio, gestione illecita di rifiut, furto aggravato e danneggiamento: sono questi i reati di cui dovranno rispondere, a vario titolo, le quattro persone denunciate nell’ambito di un’operazione condotta ad Apice dai Carabinieri della Stazione Forestale di San Giorgio del Sannio, in collaborazione con i colleghi del Nucleo investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare Forestale di Avellino.

In località “Tignano” è stata accertata l’estrazione abusiva di materiale lapideo inerte dall’alveo del fiume “Miscano” ad opera di tre ditte. I militari dei reparti intervenuti hanno fermato l’attività criminosa mediante il sequestro di un’area pari a circa 15.000 metri quadrati e di 400 metri cubi di materiale inerte rinvenuto, deferendo all’Autorità Giudiziaria quattro persone per svariate ipotesi di reato, che vanno dall’abuso edilizio-paesaggistico alla gestione illecita di rifiuti, al furto aggravato, al danneggiamento.