Esplosione dietro Piazza Libertà: incendio doloso, esclusa la pista criminalità organizzata

Esplosione dietro Piazza Libertà: incendio doloso, esclusa la pista criminalità organizzata

28 marzo 2019

Renato Spiniello – E’ sicuramente doloso l’incendio che ha coinvolto un’auto questa mattina nel parcheggio di via Conservatorio, alle spalle di Piazza Libertà, dove si stava svolgendo la manifestazione dei Vigili del Fuoco “Pompieropoli”.

Le fiamme hanno coinvolto anche un’altra auto parcheggiata di fianco a quella fatta esplodere. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto, nei momenti precedenti la deflagrazione, un uomo a volto coperto allontanarsi di gran fretta.

Le indagini sono affidate alla Squadra Volanti della Questura di Avellino, coordinati dal Vicequestore Elio Iannuzzi, che stanno cercando di ricostruire la vicenda e che hanno escluso qualsiasi pista che porta alla criminalità organizzata. Probabile, invece, che si tratti una contesa per il posto auto.

A domare prontamente le fiamme, come vi abbiamo raccontato, i caschi rossi del capoluogo, che si trovavano a pochissimi metri dall’accaduto, impegnati nelle celebrazioni degli 80 anni dalla fondazione del corpo nazionale e che hanno quindi scongiurato guai peggiori.

Il forte boato ha spaventato bambini e passanti, accorsi per le celebrazioni. Subito dopo la deflagrazione, si è levata una densa coltre di fumo nero che ha invaso le strade, costringendo l’evacuazione di alcuni edifici, tra cui Palazzo Caracciolo. Entrambe le auto coinvolte dall’incendio appartengono a dei dipendenti della Provincia.