Esplode la rabbia dei lavoratori: la vertenza Cgs finisce in Procura

Esplode la rabbia dei lavoratori: la vertenza Cgs finisce in Procura

13 giugno 2018

Riprende la protesta dei lavoratori del Cgs. Decisione unanime al termine dell’assemblea con il sindacato sulla delicata situazione del braccio operativo di Asi. Nel comunicato si annuncia la decisione di “denunciare presso la Perocura della Repubblica di Avellino le azioni poste in essere dal Consorzio Asi negli anni e che ultimamente, in conseguenza del dimezzamento della convenzione dovuta per i servizi resi dal Cgs, vuole mettere sul lastrico decine di famiglie”.

Sindacato e lavoratori sottolineano come sia paradossale “far pagare il conto di 13 milioni di euro di deficit ai lavoratori, nel mentre una certa classe politica resiste ad ogni possibilità di dimettersi per incapacità, visto che molti servizi sono stati resi gratis”.

Il Cgs è una partecipata interamente pubblica, “i cui presidenti e/o amministratori e/o liquidatore sono sempre stati di emanazione del Consorzio Asi che, per legge, era ed è obbligato ad effettuare il controllo analogo sulla sua società”.