Era ricercato in mezza Europa: 32enne polacco arrestato a Montaguto

25 luglio 2008

Montaguto – Finisce in manette un trentaduenne polacco, raggiunto da un mandato d’arresto internazionale spiccato dalla stessa magistratura polacca per estorsione sul suo territorio con l’uso di violenza e in concorso con altre persone. Ad operare l’arresto i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, che hanno ritrovato l’uomo a Montaguto mentre era ricercato in mezza Europa da quasi un anno. Nel suo paese d’origine il trentaduenne si era sottratto alla cattura attraverso la fuga e dopo alcuni presumibili spostamenti era giunto nel centro irpino dove aveva trovato, in una modesta abitazione, la sede ideale per proseguire la propria latitanza. Ma l’intervento dei militari, insospettitisi dalla presenza dello straniero, ha posto definitivamente fine alla pericolosa fuga. Tra le ulteriori accuse gravanti sull’uomo infatti risultano anche il tentativo di estorsione sotto la minaccia di morte, nonché con la pratica del “cavallo di ritorno”, ovvero restituendo autovetture rubate in cambio di soldi. Il cittadino polacco, che non si aspettava il blitz dei Carabinieri si è lasciato arrestare senza opporre resistenza, ed attualmente si trova rinchiuso presso la Casa Circondariale di Ariano Irpino.