Eolico selvaggio in Irpinia e Sannio, l’allarme del WWF: “Bloccare le autorizzazioni”

Eolico selvaggio in Irpinia e Sannio, l’allarme del WWF: “Bloccare le autorizzazioni”

5 marzo 2017

“Mille nuovi aerogeneratori stanno per trasformare il paesaggio della Campania, del Molise e della Puglia”.

Il WWF scende in campo contro l’eolico selvaggio.

Così come si legge sul Corsera, sono decine le fattorie del vento in corso di autorizzazione. Nelle sole province di Benevento ed Avellino, si prevedono un migliaio di torri, alte fino a 130 metri ciascuna.

“L’impatto sul territorio – dice Camillo Campolongo, il presidente della sezione beneventana del WWF – sarà insostenibile. Non è solo questione degli aerogeneratori, che pure hanno un impatto visivo e possono interferire con l’avifauna e con i pipistrelli. C’è anche un enorme problema di consumo di suolo determinato dalle fondamenta degli stessi, dalle strade di cantiere e dalle infrastrutture indispensabili a trasportare l’energia prodotta alla rete di distribuzione nazionale”.

Nasce da queste considerazioni la richiesta di una moratoria, di uno stop a tutte le autorizzazioni in itinere tra il Beneventano, il Foggiano, l’Avellinese ed il Molise.

La Regione Campania parrebbe propensa ad accogliere almeno in parte le istanze del WWF, perchè il decreto dirigenziale adottato in autunno impone a posteriori, anche per gli impianti già autorizzati, la realizzazione di interventi tesi a “minimizzare gli impatti sulle specie di chirotteri e degli uccelli funzionali agli habitat interessati all’impianto”.

Ma l’Anev, l’associazione che raggruppa le imprese eoliche, per denunciare, in un comunicato, “… gli attacchi continui della Regione, che mirano a bloccare il settore”.