Enti&dintorni, Festa non le manda a dire: “Fuori la politica dall’Alto Calore, presto un manager”

Enti&dintorni, Festa non le manda a dire: “Fuori la politica dall’Alto Calore, presto un manager”

19 giugno 2019

Il sindaco Festa a tutto campo a margine della presentazione dell’evento “Bimbo Days”. Incalzato dai giornalisti, il primo cittadino di Avellino non si sottrae. Si comincia dagli enti di servizio. “Il fallimento dell’Alto Calore è sotto gli occhi di tutti – afferma -. Negli ultimi anni, a causa dell’occupazione politica, ha dato da mangiare, bere ed anche da dormire. E’ arrivato il tempo di nominare un manager, la politica deve restare fuori dall’ente di Corso Europa. Il tempo delle clientele è finito”. Sull’Asi, Consorzio di Sviluppo delle aree industriali, il giudizio è positivo. Poi Festa annuncia: “Per giudicarne bene l’operato, occorre essere dentro. Quindi il Comune di Avellino tornerà nell’Asi, lo deliberemo in uno dei primi consigli comunali utili”.

Non mancano le domande di natura politica. “Zingaretti prova a riappacificare il Pd locale? Il Segretario Nazionale – sottolinea Festa – sta provando a cercare il Pd in Irpinia, ma non l’ha ancora trovato. Gli spiegherò dov’è appena ne avrò occasione. Gli spiegherò come si potrà continuare a fallire, puntando ancora su Giuseppe Di Guglielmo, come guida del partito provinciale, insieme a d D’Amelio, De Luca e Santaniello. E gli dirò come farlo rinascere, alla luce dell’elezione di un sindaco Pd e di 13 consiglieri comunali. Da una parte c’è il nuovo, dall’altra, a partire da Fulvio Bonavitacola, c’è il fallimento di un’intera classe dirigente”.

Infine, per l’insediamento ufficiale del sindaco Festa, come lui stesso riferisce, si dovrà attendere molto probabilmente la prossima settimana.