Ente Provincia/L’assessore Salvatore contro il presidente De Simone: “E’ necessario il lavoro di squadra”

18 aprile 2005

Ente Provincia – Poche battute tutte indirizzate a lanciare un messaggio ben preciso al presidente di Palazzo Caracciolo Alberta De Simone: “C’è la necessità di costruire un percorso meno dispersivo e più condiviso”. E’ l’assessore provinciale della Margherita a ritornare sulla questione incomprensioni, dovuta – almeno sembra – alla scarsa comunicazione tra il primo inquilino dell’Ente Provincia e la sua squadra. “La maggioranza – continua l’esponente dell’esecutivo De Simone – non ha fatto corpo come doveva”. Una dichiarazione che fa intravedere come la situazione parta da lontano, e come il ‘non invito’ – secondo gli esponenti del Fiorellino da parte della De Simone alla manifestazione di inaugurazione di “Vedute del Danubio” con l’ambasciatore Ungherese, (tra l’altro smentito dallo stesso presidente)– sia stato una ragione in più per riflettere sul modus operandi. “In fondo alla questione – continua Eugenio Salvatore – c’è la necessità di un chiarimento all’interno della maggioranza dai contenuti molto più ampi. Credo, tra l’altro che in questa settimana, ci sia un confronto” che dovrà essere l’apripista “di una serie di rapporti regolamentati, di maggiore coesione per l’attività amministrativa. Perché la qualità degli interventi dipende dalla capacità di fare corpo su programmi, su problemi, quali: la questione rifiuti, la gestione, le infrastrutture… Fino ad oggi questo non è avvenuto”. Dunque, nessun giro di parola. Le argomentazioni di Eugenio Salvatore hanno un obiettivo ben preciso: il lavoro di squadra.