Ente Provincia: rischio licenziamento per gli operai della Gei

20 giugno 2005

Incontro questa mattina con i lavoratori della Gei presso l’Ente Provincia per cercare una strategia in grado di scongiurare il rischio licenziamento. Una situazione di impasse che investe il settore industriale irpino che da tempo cerca di sopravvivere ad una economia che non premia il processo di sviluppo territoriale. Una crisi che ha già creato una serie di conflitti tra imprenditori e parti sociali con l’aggravio maggiore che ricade inevitabilmente sui lavoratori, costretti ad una forzata cassa integrazione o alla mobilità. Il caso della vertenza Gei è stato affrontato questa mattina dalla presidente della Provincia Alberta De Simone, l’assessore alle Attività Produttive, Eugenio Salvatore, i rappresentanti sindacali aziendali e territoriali di Cgil, Cisl e Uil. Non ha preso parte all’incontro l’azienda interessata che ha comunicato di avere impegni assunti in precedenza. Nel corso della riunione, sollecitato dalle associazioni sindacali, è stata dunque affrontata la difficile situazione dei lavoratori Gei. L’azienda, infatti, per problemi di esubero, ha intenzione di ricorrere ai licenziamenti. Provvedimento che i sindacati non intendono accettare anche in virtù dell’espansione del settore in cui opera l’azienda. La Provincia ha dunque assunto l’impegno di incontrare, la prossima settimana, i vertici aziendali al fine di trovare una possibile soluzione in grado di scongiurare i licenziamenti.