Emergenza neve, senzatetto trovano appoggio nella Cgil: dov’è il Comune?

Emergenza neve, senzatetto trovano appoggio nella Cgil: dov’è il Comune?

16 gennaio 2017

In questi giorni, la Cgil ha aperto le porte ai senzatetto della zona. Settimane in cui le temperatura sono andate di lunga sotto lo zero. E dopo la tragica scomparsa di Angelo Lanzaro, all’interno del Mercatone,  “la Camera del Lavoro di Avellino ha accolto quattro persone senza fissa dimora – comunica il segretario della Fp Cgil Marco D’Acunto su facebook -. Persone che vivono una situazione drammatica con il ritorno della neve, una condizione di cui l’amministrazione comunale è al corrente ma non si è degnata neanche di fare una telefonata per chiederci chi sono, perché sono in mezzo alla strada, se hanno bisogno di qualcosa”.

Una precisazione, quella di D’Acunto, che meriterebbe tutta l’attenzione degli amministratori avellinesi.

La situazione è davvero critica ma in Cgil non mancano persone di buon cuore che si sono mobilitate a portare generi alimentari e beni di prima necessità per queste persone.

Indignato contro l’amministrazione comunale anche il segretario provinciale Franco Fiordellisi che si sta alternando insieme ai compagni per dare supporto e assistenza “ci sono persone bloccate dalle neve che hanno bisogno di un ricovero senza che sia un albergo a pagamento. Serviva un luogo pubblico dove accoglierli e in Cgil lo stiamo facendo. Speravamo in una sensibilità maggiore ma non c’è stata. La burocrazia di fronte all’emergenza non esiste, non servono le liste di nomi di chi ha bisogno, servono luoghi pubblici aperti ed accoglienti. Serve un piano organizzato di politiche sociali. Invece non c’è niente”.