Emergenza neve: chiusa la Napoli-Bari, disagi anche in città

11 marzo 2006

Da questa mattina non ha smesso neppure per un minuto di nevicare. Il bollettino meteorologico diramato dalla Sala Operativa della Protezione Civile della Campania prevedeva abbondanti nevicate oltre la quota dei mille metri per la giornata di sabato mentre per domenica anche a quote inferiori. Ma purtroppo la neve si è abbattuta anche in città sorprendendo tutti compresa la Protezione Civile. Nonostante tutte le difficoltà, i mezzi dell’Anas, Protezione Civile, Ente Provincia e Vigili del Fuoco si sono messi in moto per soccorrere gli automobilisti che erano già rimasti bloccati lungo le arterie provinciali. I caschi rossi sono dovuti intervenire a Montevergine per liberare tre autovetture rimaste bloccate lungo i tornanti. Gli spargisale sono entrati in azione sull’Ofantina che, come sempre accade, anche oggi è andata in tilt: la circolazione è rimasta bloccata a causa di tir e autoveicoli messi di traverso. Il tratto Parolise-Volturara è chiuso e quindi l’Alta Irpinia è irraggiungibile. Sull’Ofantina stanno prestando soccorso anche gli Agenti della Polizia Stradale e i Carabinieri in attesa che la circolazione ritorni regolare. Oltre trenta i centimetri di neve che hanno ricoperto l’Alta Irpinia e la Valle Ufita causando disagi notevoli agli abitanti delle contrade rurali mentre nella Valle Caudina difficile è la situazione in quanto difficoltà sono state riscontrate dagli abitanti a causa del tardivo arrivo dei mezzi spargisale. L’emergenza maltempo continua. E’ stata chiusa al traffico l’Autostrada Napoli-Bari per l’abbondante nevicata. Dalla Prefettura di Avellino arriva l’invito agli automobilisti di mettersi in viaggio solo se necessario e comunque è indispensabile essere muniti di catene a bordo. Dalla Sala Operativa dei Vigili del Fuoco fanno sapere che il numero di pronto intervento è stato preso d’assalto per le numerose chiamate di aiuto di cittadini bloccati e di automobilisti rimasti in panne. Bufera di neve anche in città dove si contano tre centimetri di neve e molte strade periferiche sono off-limits. Difficoltà si sono registrate anche lungo la Bonatti dall’uscita dal Nucleo Industriale fino all’incrocio di Contrada Amoretta dove i mezzi di soccorso della Protezione Civile del Comune e dell’Asa secondo alcune segnalazioni non sarebbero intervenuti tant’è che giungere al Pronto Soccorso Pediatrico della Città Ospedaliera è davvero una impresa non poco rischiosa. Anche la Variante che collega Torrette di Mercogliano al Casello Autostradale Avellino Est è andata in tilt. Molti i tir fuoristrada e le autovetture che, a causa delle catene non montate, sono rimaste bloccate. Insomma la neve di marzo, questa volta ha davvero fatto uno brutto scherzo… (e.b.)