Emergenza lavoro, confronto a Paternopoli sul libro di Grasso e De Bartolomeis

Emergenza lavoro, confronto a Paternopoli sul libro di Grasso e De Bartolomeis

20 novembre 2018

Emergenza lavoro, confronto a Paternopoli giovedì 22 novembre alle 17.30. La presentazione del libro “Più forti della crisi. Come trovare lavoro quando tutti lo perdono” sarà l’occasione per un dibattito a più voci sull’occupazione e il mercato del lavoro in provincia di Avellino.

Moderato dal segretario della Fiom Cgil irpina Giuseppe Morsa, il confronto vedrà la partecipazione dei due autori Marco Grasso e Donatella De Bartolomeis, del presidente della Commissione regionale Agricoltura Maurizio Petracca, della docente di Economia e Politiche del territorio Angela Cresta e del segretario della Cgil irpina Franco Fiordellisi.

Spazio inoltre ad alcune storie imprenditoriali raccontate anche nel libro che, edito da “Il Papavero”, dedica la prima parte a un curato e utilissimo manuale di aiuto e orientamento nella ricerca del lavoro per poi lasciare spazio alle voci degli imprenditori e di chi ha avuto il coraggio di investire e risalire la china restando in Irpina. Tra queste anche quelle della chef del ristorante Megaron di Paternopoli Valentina Martone, che ospita l’evento, e dell’imprenditrice Caterina Giustiniani. Interverrà al confronto anche Carmine Aliasi delle Cantine Manimurci.

“Il lavoro è il grande tormento delle nuove generazioni ma anche di chi, più avanti con gli anni, si è trovato improvvisamente senza un impiego. Con il nostro lavoro – precisa il giornalista Marco Grasso – abbiamo però cercato di invertire la rotta, provando ad indicare la strada giusta per avere un futuro anche in una provincia difficile come la nostra. Le storie raccolte sul territorio di chi, nonostante le difficoltà che ben conosciamo, ha avuto la forza di investire in Irpinia, sono la testimonianza più vera e forte di come ci possa essere una prospettiva anche in una piccola provincia del Sud”.

“E’ importante ricominciare da se stessi – insiste Donatella De Bartolomeis, parlando anche per esperienza diretta – E’ necessario che i giovani e meno giovani comprendano che solo centrandosi su se stessi e trasformando le proprie caratteristiche e i propri sogni in punti di forza, troveranno la leva per sollevare gli intralci al mondo del lavoro. Siamo troppo focalizzati su ciò che accade fuori di noi (tasse, raccomandazioni…) per poter vedere con occhio lucido e distaccato i nostri errori e le barriere che non ci fanno evolvere. Crescere è un atto di coraggio, ma anche un atto dovuto. È per questo che ho deciso di mettere anni e anni di studi e formazione sull’argomento al servizio degli altri. Insieme cambiare si può.”