Emergenza idrica, D’Agostino: “Bene i 6 milioni dalla Regione, ma bisogna ammodernare le reti”

Emergenza idrica, D’Agostino: “Bene i 6 milioni dalla Regione, ma bisogna ammodernare le reti”

20 giugno 2017

“La delibera con la quale la Regione Campania ha destinato 6,2 milioni di euro per la realizzazione della terza pompa di sollevamento e la sottostazione elettrica di Cassano Irpino è un primo importante provvedimento che contribuirà nel medio periodo a prevenire altre crisi idriche come quella attuale. Ovviamente ciò non basta: occorrono risorse per l’ammodernamento delle reti e, nel frattempo, rimediare agli accordi che ci costringono a cedere un quantitativo eccessivo di acqua ad altre regioni”.

Ad affermarlo è il deputato Angelo Antonio D’Agostino.

“Il finanziamento per la terza pompa – aggiunge il parlamentare – smentisce chi voleva la Regione insensibile alle difficoltà nelle quali versa l’Irpinia. Le posizioni espresse in maniera ufficiale dai vari livelli istituzionali e dai vertici dell’Alto Calore hanno trovato nel Presidente De Luca e nell’Assessore Bonavitacola due interlocutori attenti e determinati. Ora, però, occorre fare fronte comune per trovare le risorse necessarie a rimediare alle perdite: a poco serve una nuova pompa se il volume d’acqua che si disperde nel terreno cresce costantemente”.

“Mi auguro, intanto, che il tavolo previsto a Caserta possa ridefinire i termini dell’accordo con l’Acquedotto pugliese. Ciò al fine di rimediare, anche se solo temporaneamente, alla crisi che – chiude D’Agostino – sta arrecando disagi enormi alle nostre comunità”.