E’ emergenza idrica ad Avellino, l’appello di De Stefano alla Regione Campania

E’ emergenza idrica ad Avellino, l’appello di De Stefano alla Regione Campania

21 Luglio 2015

Le alte temperature, la questione della vetustà degli impianti e delle reti e l’ormai cronica vicenda dei pozzi chiusi nel montorese sono alla base dell’emergenza idrica che da settimana sta attanagliando la provincia di Avellino.

Ne è convinto Lello De Stefano, numero uno dell’Alto Calore Servizi – l’Ente che gestisce il servizio idrico integrato in più di 120 Comuni tra le province di Avellino e Benevento – che ha inviato una comunicazione al prefetto di Avellino Carlo Sessa affinché prenda atto dello stato della situazione.

De stefano de blasio

Lello De Stefano

Da De Stefano arriva anche l’appello alla Regione Campania affinchè intervenga al più presto: “La causa principale dell’emergenza idrica che l’Irpinia sta attraversando è legata al fabbisogno estivo, al caldo e alla situazione strutturale che vede l’intero sistema della rete idrica in forte crisi. Di fronte a questi problemi urge un intervento subitaneo e necessario. A questo si aggiunga la crisi di Montoro. L’impianto è così costretto a lavorare con una portata di 120 litri in meno al secondo a causa delle note vicende legate al problema dei pozzi presenti nel montorese e per questo si rende necessario chiedere alla Regione la restituzione di quel quantitativo e l’autorizzazione ad intervenire su quei pozzi”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<