Emergenza carceri, Maraia: “Il Governo farà la sua parte”

Emergenza carceri, Maraia: “Il Governo farà la sua parte”

13 giugno 2018

“Quanto successo nella giornata di oggi presso il carcere di Ariano Irpino è inaccettabile ed è il frutto di politiche sbagliate del centrosinistra e del PD che ha, di fatto, abbandonato a se stesso il sistema carcerario lasciandolo allo sbando”. Il parlamentare irpino Generoso Maraia interviene sulla rivolta scoppiata al Carcere di Ariano.

“Quattro lavoratori, quattro membri della polizia penitenziaria sono stati sequestrati dai detenuti durante una vera e propria rivolta carceraria. Le condizioni di lavoro e di vita in carcere sono ormai insostenibili ed il governo del cambiamento si impegnerà per restituire dignità a chi opera nei luoghi di reclusione. Occorre aumentare il personale e ridurre il sovraffollamento carcerario”.

Maraia assicura a breve una visita al carcere di Ariano e di Sant’Angelo dei Lombardi “per incontrare i direttori, la polizia penitenziaria, i detenuti: tutti vittime di un sistema che non funziona e che non può andare avanti così. Voglio trasmettere agli operatori del settore la mia più totale solidarietà, ascoltare le loro esigenze e farmi loro portavoce presso il governo”.