Emergenza acqua in Irpinia: arriva il sottosegretario Micillo

Emergenza acqua in Irpinia: arriva il sottosegretario Micillo

19 maggio 2019

“Le acque sotterranee e superficiali dell’Irpinia: un patrimonio culturale da governare”. E’ il titolo del convegno in programma martedì 21 maggio, alle 16.30, nella Sala Blu del Carcere Borbonico di Avellino. L’incontro si aprirà con gli interventi dei deputati del MoVimento 5 Stelle Michele Gubitosa e Generoso Maraia.

Seguiranno le relazioni tematiche di Antonio Aquino, Ingegnere Civile per l’Ambiente e il Territorio (“Le risorse idriche della provincia di Avellino: criticità ambientali e gestionali”), di Francesco Fiorillo, professore Ordinario di Geologia Applicata all’Università degli Studi di Salerno (“Le acque sotterranee nei massicci carbonatici dell’Irpinia”) e di Libera Esposito, professore Associato di Idrogeologia all’Università degli Studi del Sannio (“Vulnerabilità all’inquinamento delle acque superficiali e sotterranee in Irpinia”).

Concludono il Sottosegretario al Ministero dell’Interno, Carlo Sibilia, e il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente e tutela del territorio e del mare, Salvatore Micillo. “L’acqua – spiegano gli organizzatori – da abbondante ricchezza, è diventata un problema non più rinviabile anche in Irpinia. Come affrontarlo? Come mettersi nelle condizioni di prevenire il ripetersi di “emergenze naturali” ormai prevedibili? E’ del dicembre 2015 la nuova Legge Regionale sull’acqua denominata “Riordino del servizi idrico integrato e istituzione dell’Ente Idrico Campano”. Il corretto utilizzo e la razionale gestione di una risorsa naturale di vitale importanza ci obbligano a formulare alcune considerazioni e riflessioni. Il convegno, pertanto, intende mettere a disposizione un quadro accurato delle conoscenze e avanzare al confronto alcune proposte di lavoro”.