Elezioni Regionali, Bonaccini-bis in Emilia Romagna. Calabria al centrodestra

Elezioni Regionali, Bonaccini-bis in Emilia Romagna. Calabria al centrodestra

27 gennaio 2020

I dati non sono ancora definitivi, ma le proiezioni non lasciano spazio a dubbi. Emilia Romagna e Calabria hanno i nomi dei loro governatori eletti alle urne nella giornata di ieri.

Così, Stefano Bonaccini è stato confermato alla guida dell’Emilia Romagna, mentre Jole Santelli presiederà il governo regionale della Calabria. Un successo ed una sconfitta per il centrosinistra riuscito a confermarsi nel primo caso con lo stesso interprete – che ha avuto la meglio della Lega – ma sconfitto in Calabria dove Jole Santelli – prima donna governatrice di una Regione del Sud – con Forza Italia l’ha spuntata grazie al sostegno di una coalizione di centrodestra.

In Emilia-Romagna, dove le sezioni scrutinate sono oltre 4460 su un totale di 4520, Bonaccini è al 51,4 per cento; Borgonzoni al 43,66; Simone Benini (Movimento 5 Stelle) al 3,46%. Il Partito democratico si conferma primo partito, con il 34,68 per cento; la Lega è seconda con il 31,95 per cento. I 5 Stelle sono fermi al 4,7 per cento: alcuni elettori pentastellati hanno votato in modo disgiunto (la lista del partito, ma Bonaccini presidente).

In Calabria, dove le sezioni scrutinate sono invece poco più 2000 su 2420, Santelli è al 55,87 per cento, Filippo Callipo (centrosinistra) al 30,2%; Francesco Aiello (5 Stelle) al 7,4%. Il primo partito è, anche qui, il Pd, con il 15,78%; Forza Italia è seconda con il 12,6%, seguita dalla Lega al 12,2 per cento e da Fratelli d’Italia (11,14%).