Elevato rischio sismisco, il sindaco chiude la scuola

Elevato rischio sismisco, il sindaco chiude la scuola

4 luglio 2018

“Rischio sismico elevato impossibile tenerla aperta”. Il sindaco di Lacedonia Antonio di Conza motiva così la decisione di chiudere la locale scuola elementare e media. L’istituto, che ospita anche la materna, accoglie 146 alunni. “La sicurezza dei nostri ragazzi è la priorità e in quella scuola non c’erano le condizioni per garantire il rispetto degli standard”.

L’ordinanza è scattata dopo la presentazione del report relativo alla vulnerabilità sismica dell’edificio. “C’è un’ordinanza del presidente del consiglio dl 2003 che obbliga alle verifiche, ma non alla chiusura. Alla luce però dei più recenti orientamenti giurisprudenziali che impongono la chiusura in presenza di dati sulla vunerabilità inferiori alla media, non me la sono sentita di fare diversamente”, precisa il sindaco di Lacedonia.

Il sindaco conta di incontrare a stretto giro la Provincia per verificare la disponibilità di aule e soluzioni alternative. L’amministrazione intende anche presentare i progetti per accedere ai fondi stanziati dalla programmazione triennale di settore della Regione Campania.