Effetto anatra zoppa anche sulle commissioni: la maggioranza va all’opposizione

Effetto anatra zoppa anche sulle commissioni: la maggioranza va all’opposizione

1 ottobre 2018

Marco Imbimbo – I gruppi d’opposizione avranno il peso maggiore nelle sette commissioni consiliari. È quanto emerge dalla conferenza dei capigruppo in sui è stato deciso come comporre gli organismi. L’effetto anatra zoppa, dunque, arriva anche sulle commissioni che saranno formate da tre consiglieri d’opposizione e due di maggioranza, alcune vedranno addirittura 4 componenti su 5 nominati dall’opposizione.

Il dato emerge dal rispetto del criterio di proporzionalità con cui devono essere composte le commissioni. La votazione sulle linee programmatiche ha fatto salire di poco la maggioranza di Ciampi, passata da 6 a 10 e quindi non è stato superato l’effetto dell’anatra zoppa in Aula.

Il prossimo 9 ottobre, il Consiglio Comunale si riunirà per dare il via libera alla composizione delle commissioni che è ancora in fase di definizione. All’appello, infatti, mancano i componenti indicati dal gruppo “Pd”. Come già annunciato dal proprio capogruppo Enza Ambrosone, i dem non hanno dato indicazioni proprio per ribadire la loro volontà di mandare a casa questa amministrazione a stretto giro. Di conseguenza anche andare a formare le commissioni risulterebbe inutile, considerata la vita breve di questo Consiglio. Nel frattempo, però, la conferenza dei capigruppo ha lasciato una casella libera in 6 commissioni (estratte a sorte) e destinata al gruppo “Pd”.

«Qualcuno sostiene che non servirebbe a niente nominare le commissioni se poi dobbiamo andare a casa, ma finchè non viene votata la sfiducia è giusto far partire questi organismi», sottolinea Dino Preziosi, uno dei promotori della mozione di sfiducia. «Non possiamo ritrovarci senza commissioni col rischio che poi non arrivi la sfiducia. Ci ritroveremmo ad aver imballato il Consiglio Comunale per troppo tempo e questa è una responsabilità che non mi voglio assumere», spiega Preziosi.