Economia, D’Ercole: “2007, anno nero?Il prossimo sarà ancora peggio”

9 maggio 2008

Regione – “Lo sviluppo della Campania è ancora fermo al palo? Da abitanti di questa regione, ci dispiace, ma non ci si sorprende per niente. Anzi, è l’ennesima conferma di quel fallimento complessivo di Bassolino e del centrosinistra nella nostra regione, che noi stiamo denunciando da anni”. E’ il commento del capo dell’opposizione in Consiglio Regionale, Francesco D’Ercole, allo stato di salute dell’economia regionale, così come emerso dal Rapporto Unioncamere 2008, riferito, naturalmente al 2007, presentato ieri a Roma e oggi nelle sedi camerali campane. “E’ vero– ha proseguito – che il rallentamento del tasso di crescita interessa l’intero Paese ed anche che è consequenziale alla difficile congiuntura che l’economia internazionale sta attraversando ma non ci si può nascondere che, per quanto riguarda la Campania, assume aspetti ancora più gravi se non addirittura grotteschi. E’ la conferma, infatti, di quanto noi andiamo affermando da anni, ovvero che i fondi europei a disposizione della nostra regione, sono stati utilizzati in maniera davvero pessima”. “Perché – ha aggiunto – se una della principali cause del ritardo di sviluppo è rappresentata dalla mancata realizzazione dei grandi progetti di ammodernamento delle grandi reti infrastrutturali, significa che eravamo nel giusto quando sostenevamo che Bassolino & c. stavano dilapidando in iniziative senza respiro strategico le notevoli risorse che la Comunità europea aveva messo a nostra disposizione per aiutarci a crescere. E, purtroppo, se il bilancio 2007 per lo sviluppo della Campania è stato un anno terribile, quello 2008 sarà ancora peggio. Nello stenderlo, infatti, bisognerà anche fare i conti con i danni prodotti dall’emergenza rifiuti esplosa in maniera più virulenta che mai proprio alla fine dell’anno scorso. Al solo pensarci – conclude D’Ercole – vengono i brividi”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.