Ecoballe a Pianodardine, iniziativa parlamentare di D’Agostino

7 novembre 2013

“Sono ormai troppe le denunce dei medici di base, dei sindaci e delle associazioni ambientaliste della Valle del Sabato che pongono l’accento sulla questione delle ecoballe a Pianodardine, cui sarebbe strettamente legato il crescente aumento di neoplasie nella zona compresa tra i comuni di Avellino, Montefredane, Manocalzati, Atripalda e Pratola Serra”. Parte da queste osservazioni l’iniziativa parlamentare del deputato irpino di Scelta Civica Angelo Antonio D’Agostino indirizzata al Ministro della salute e al Ministro dell’ambiente e volta a sapere quali provvedimenti si intendano adottare per verificare la effettiva pericolosità delle ecoballe e, di conseguenza, per mettere i cittadini della zona al riparo da ogni benché minimo rischio, chiedendo di velocizzare al massimo la distruzione delle 20mila ecoballe giacenti nell’area “Dal settembre 2008, a Pianodardine sono stoccate 20mila ecoballe, di cui 8mila dissequestrate in seguito alla sentenza del processo rifiuti per l’emergenza in Campania. Non si può più non prestare ascolto all’appello di quanti richiedono un intervento immediato – continua D’Agostino -, anche dopo l’allarme lanciato la scorsa settimana dal Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti sull’alto grado di pericolosità delle ecoballe per la salute pubblica”.