Eco-festival: in tre giorni raggiunto il 90% di differenziata

23 luglio 2008

Summonte – Partecipazione, interesse e grandi risultati per il primo eco-festival in Campania. Obiettivo raggiunto quello prefissato dall’amministrazione comunale di Summonte che nella tre giorni dedicata alla Musica Etnica, Sentieri Mediterranei, ha promosso e sperimentato la prima eco-rassegna attraverso l’utilizzo di stoviglie completamente biodegradabile e raggiungendo il 90 per cento di differenziata. I cibi e le bevande degli stands eno-gastronomici sono stati serviti in stoviglie riciclabili prodotte con il mais. I cittadini e i visitatori hanno contribuito notevolmente, mostrandosi immediatamente interessati all’iniziativa e sull’utilizzo degli appositi contenitori allestiti per contenerli. Un’iniziativa che nasce nel segno della tutela ambientale fortemente voluta dal primo cittadino del piccolo paese alle falde del Partenio, Pasquale Giuditta: “In tre giorni abbiamo avuto circa cinquantamila visitatori che, oltre ad apprezzare la buona musica che ogni anno offre la nostra rassegna internazionale, si sono interessati a questo primo eco-festival. Possiamo ritenerci soddisfatti. – ha spiegato l’ex parlamentare Pasquale Giuditta – Nei prossimi giorni, non appena disporrò dei dati precisi di questo eco-festival scriverò il commissario all’emergenza rifiuti Bertolaso, per informarlo di questa iniziativa e proporla come esperimento da esportare in altre realtà campane. Il nostro paese già da tempo ha avviato la raccolta differenziata porta a porta ottenendo ottimi risultati. Come amministrazioni ci è sembrato opportuno dare spazio a questa innovativa iniziativa. Credo che quando si parla chiaro ai cittadini, e si danno delle chiare indicazioni, le iniziative a favore dell’ambiente colpiscono la sensibilità dei cittadini che vi partecipano attivamente. Credo sia più la macchina burocratica ad essere lenta. – conclude Giuditta, che nel corso del suo mandato parlamentare è stato, tra l’altro, anche membro della Commissione Bicamerale d’Inchiesta sul Ciclo Integrato dei Rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse e lancia un monito al presidente della Regione Campania Antonio Bassolino e al commissario per l’emergenza Rifiuti Guido Bertolaso – Solleciterò attraverso una lettera il presidente Bassolino e il commissario Bertolaso, affinché si adoperino per una fattiva collaborazione con le amministrazione locali al fine di promuovere simili proposte. E’ necessario instaurare forme di collaborazione, credo che il ruolo del commissario sia anche questo in una fase così delicata che interessa la nostra Regione”.