Ecco Shawn Jones, di nuovo un “fashion” sotto i ferri della Scandone

Ecco Shawn Jones, di nuovo un “fashion” sotto i ferri della Scandone

21 aprile 2017

La Sidigas Avellino continua la pesca grossa sul mercato, segno di quanto la società si stia sforzando per essere più competitiva possibile sia in ambito nazionale che in quello europeo. Dopo David Logan, sbarcato all’ombra del Partenio per sopperire all’assenza di Marco Cusin, rimasto fermo ai box per circa due mesi, è il turno di Shawn Arthur Jones da Miami di colorarsi di biancoverde a stagione in corso.

Si cercava un lungo da aggiungere alle rotazioni alla luce dell’infortunio dell’altro centro a disposizione di Pino Sacripanti, quel Kyrylo Fesenko che ha provato – con ottimi risultati – a non far rimpiangere l’assenza sui legni del pivot azzurro, e quel lungo è il “coloured” di 203 centimetri dal prezioso passaporto kosovano.

Jones arriva in prestito dall’Hapoel Jerusalem, formazione allenata dall’ex ct della nazionale italiana Simone Pianigiani e che annovera nel proprio roster anche Alessandro Gentile. E’ un’ala/centro capace di farsi rispettare sia in attacco che in difesa e che si muove con energia nei pressi del pitturato. Con gli israeliani ha segnato 5 punti di media e catturato 4,3 rimbalzi in 15 gare di campionato. Rendimento ancora migliore in Eurocup, dove ha viaggiato con medie di 5,5 punti e 3,3 rimbalzi nelle 18 partite disputate.

Nel 2014 è stato scelto al draft dai Miami Heat ed è stato mandato in D-League ai Sioux Falls Skyforce, ovvero nella lega di sviluppo americana dove ha disputato 52 partite con 13,2 punti di media e 8,7 rimbalzi. Nelle ultime due gare del team di Pianigiani non è andato a referto e sarebbe stato virtualmente escluso dalle rotazioni dopo l’arrivo di Richard Howell

Una scheda di tutto rispetto insomma, in più coach Sacripanti avrà finalmente a disposizione un cestista con caratteristiche di atletismo e duttilità che prima non aveva e che in alcune partite sarebbe potuto essere utile. L’arrivo di Jones permette inoltre a Fesenko di poter recuperare senza alcuna forzatura. Un vantaggio considerevole in previsione di una stagione che si preannuncia, ottimisticamente, ancora lunga nella postseason.

Il nuovo arrivato è atterrato nel pomeriggio di ieri in Italia e sarà presentato questa mattina al Paladelmauro, sarà inoltre regolarmente a disposizione per la trasferta a Capo d’Orlando per la gioia dei tifosi che, dopo due stagioni, potranno rivedere un “fashion” sotto i ferri.

di Renato Spiniello.