Eccellenza – Solofra, Sorrentino:”Scelte arbitrali spesso dubbie”

18 marzo 2010

Solofra – Nella speciale classifica degli under più promettenti dei gironi A e B di Eccellenza campana lo troviamo in pianta stabile – dalla prima giornata – ai piani alti. Simone Sorrentino, difensore centrale classe 1991, dopo le esperienze maturate lo scorso anno tra i Dilettanti a Vico Equense, quest’anno ha accettato la difficile sfida di Solofra nel massimo campionato regionale di calcio. Tra i protagonisti per rendimento nel girone d’andata, Sorrentino ha dovuto però fare i conti con la fortuna in questa seconda parte di torneo. Attualmente è alle prese con un infortunio che sta pregiudicando il suo impiego in campo.

Simone, siamo al rush finale del torneo. Mancano 5 gare e il Solofra si giocherà il tutto per tutto…
“Dobbiamo a tutti i costi vincere almeno le tre gare casalinghe. Anche se abbiamo tanti squalificati eccellenti, non possiamo avere scusanti: occorre vincere e guadagnare al più presto questa benedetta salvezza”.
Nelle ultime gare il Solofra ha perso punti importanti proprio nei secondi finali del match. Così è stato ad Eboli e prima ancora contro il Gelbison e l’Ippogrifo. Cosa non va?
“Siamo stati sfortunati. Aggiungi qualche scelta arbitrale dubbia e i cali di concentrazione ed ecco che abbiamo perso per strada punti importanti. Il calcio è così: il nostro girone di andata è stato perfetto nonostante le difficoltà. Nel girone di ritorno la dea bendata ci ha voltato le spalle così come anche agli arbitri è concesso sbagliare”.
Di te si parla come un giovane molto promettente. Quali i tuoi obiettivi per il futuro?
“Fare bene a Solofra portando la squadra il più presto alla salvezza, poi si vedrà. Personalmente quando scendo in campo gioco sempre al 101%: per me adesso conta solo fare il massimo per la mia squadra e i miei compagni”.