Eccellenza – Per le irpine in programma sfide verità

17 aprile 2009

A due giornate dalla fine delle ‘ostilità’, il campionato di Eccellenza è sempre più vivo. Il match più atteso è quello del ‘Bruno’ di Montefalcione. Hirpinia e Forza e Coraggio daranno vita ad una battaglia epica. Gli irpini non vorranno sfigurare dinanzi alla ‘corazzata’ sannita che dal canto suo dovrà violare assolutamente il campo irpino per proseguire la cavalcata vincente verso la serie D. Spettatore non pagante dell’evento sarà la Battipagliese di Mario Pietropinto. Le ‘zebrette’ al ‘Pastena’ saranno impegnate nel derby con l’Ippogrifo Sarno formazione che non ha nulla da chiedere a questo campionato. Partita dal pronostico chiuso, ma un derby è sempre un derby. Un’eventuale vittoria dell’Hirpinia aprirebbe le porte alla D proprio ai salernitani che poi saranno ospiti del già retrocesso S. Giorgio del Sannio.
In zona salvezza, cruciale è la gara del Serino. I biancoblu irpini al ‘Mariconda’ attendono i beneventani della Giorgio Ferrini. Il blitz di S. Giorgio ha caricato i ragazzi di Gargiulo che vogliono continuare la striscia di risultati utili consecutivi. Per il Serino è vietato sbagliare.
Altrettanto delicata è la gara di Paestum dove sarà impegnato il Montoro. La doppia sconfitta interna consecutiva con Ebolitana 1925 e Real Ebolitana ha scombussolato i piani degli irpini che credevano di avere già raggiunto la loro meta. Domani il Montoro non può permettersi passi falsi per non essere scavalcato in classifica proprio dai salernitani. Una gara da tripla che vale molto.
Chiudiamo con il Montella di Gigi Molino. L’obiettivo salvezza è stato raggiunto con largo anticipo e, compromesso l’aggancio alla zona playoff, gli irpini stanno lavorando molto sui giovani valorizzando il settore. Calamaio e Padolino, le due sorprese scovate da Governucci d.g di ottima caratura di Volla. La gara al ‘Renzulli’ con l’Agropoli (salva anch’essa), sarà un bel banco di prova per gli under irpini per mettersi in mostra e fornire una prestazione di qualità. Un successo sarebbe il massimo per chiudere la stagione con l’abbraccio dei supporters e per dare al ‘drago’ il primo sorriso sulla panchina verde. (di Alfonso Marrazzo)