Eccellenza – Faiano all’inglese sul Solofra, conciari sconfitti

Eccellenza – Faiano all’inglese sul Solofra, conciari sconfitti

27 novembre 2016

Il Faiano non si ferma più. Continua la striscia positiva dei biancoverdi che al Comunale battono all’inglese gli ospiti del Solofra con le reti di Pellegrino, che torna al gol dopo l’infortunio, e il solito Mansour, alla sua decima marcatura in campionato. Una gara ricca di emozioni quella vista sulla terra battuta di Pontecagnano: Paolo Ruggiero, ventenne faianese cresciuto nel vivaio della società, saluta dopo 110 gare e 4 gol con la maglia biancoverde per trasferirsi al nord Italia per motivi strettamente lavorativi. Un orgoglio per i tifosi, che lo hanno omaggiato con applausi e uno striscione.

Venendo alla cronaca del match, il primo tempo, inchiodato sullo 0 a 0, vede una gara combattuta soprattutto a centrocampo, con le due squadre che lottano in mezzo al campo e costruiscono poco. A farsi vedere in avanti è soprattutto il Faiano: il tiro più pericoloso è quello di capitan Grieco al 7’, che si spegne però a lato. Numerosi i calci piazzati per i biancoverdi, derivati dalla verve dei conciari in campo. Calci piazzati che però non portano pericoli dalle parti del giovane portiere ospite Giliberti.

Nella ripresa la musica cambia: Turco indovina la mossa giusta, decidendo di rinforzare il centrocampo con l’ingresso di Anastasio, recuperato dopo l’infortunio, al posto di D’Orsi. I primi risultati cominciano a vedersi. Il Faiano alza il baricentro, sfruttando la velocità di Mansour sulla destra. Al 60’ una percussione del calciatore napoletano è letale: il bomber biancoverde si inserisce in area e appoggia una palla invitante in mezzo per Pellegrino, che porta in vantaggio i suoi col tap-in vincente. Dopo tre minuti azione fotocopia, ma il passaggio di Mansour stavolta non trova nessuno al centro. Al 70’ proprio Anastasio ci prova dalla distanza e colpisce la traversa, facendo sussultare il pubblico. Al 72’ fallo in area di rigore di Liguori su Grieco, per il direttore di gara non ci sono dubbi: rigore e ammonizione. Dal dischetto si porta Mansour che non fallisce e batte il portiere solofrano. All’80’ Ruggiero cerca la gloria personale e prova la conclusione da posizione defilata, ma il calciatore colpisce male la sfera che termina ampiamente fuori. All’83’ azione pericolosa del Solofra con Solazzo, che va al tiro dal limite, Senatore c’è e blocca la sfera. Allo scadere ci prova il neo-entrato Costabile: l’intenzione è buona, con un gran tiro di prima, la mira no.

Termina dopo quattro minuti di recupero la gara, col Faiano che può festeggiare un ottimo quarto posto insieme a Nola e Battipagliese in zona play-off. Il Solofra, apparso sottotono, ha costruito poco dalle parti di Senatore: l’assenza di una punta importante come Del Grande ha pesato non poco in avanti.

FAIANO-SOLOFRA 2-0

FAIANO: Senatore, Ruggiero, Magazzeno, D’Orsi (59’ Anastasio), Di Donna, Di Giacomo, Donadio, Erra (79’ Chiangone), Pellegrino (86’ Costabile), Grieco, Mansour. A disposizione: Ginolfi, Cicia, Pisacane, Volpe. Allenatore: Turco.

SOLOFRA: Giliberti, Esposito, Bruno S., Arzeo, Troisi (61’ Scaglione), Avallone, Rapolo, Liguori, Russomanno (65’ Di Zenzo), Solazzo, Fortino. A disposizione: Gallone, Cuomo, Ciampolillo, De Piano, Bruno D. Allenatore: Collins (Messina squalificato)

ARBITRO: Luongo di Napoli

ASSISTENTI: Pizzoni di Frattamaggiore – Marchese di Napoli

RETI: 60’ Pellegrino (F), 72’ Mansour su rig. (F)

NOTE: Spettatori 100 circa. Ammoniti Di Donna, Di Giacomo (F), Avallone, Liguori (S). Angoli  4 – 3 . Recuperi  1°T: 3’  – 2°T: 4’.