Ecc.:Atripalda e Eclanese si giocano il passaggio del turno in Coppa

19 ottobre 2011

C’è il secondo round del derby di Coppa Italia sulla strada del Città di Atripalda che viaggia sulle ali dell’entusiasmo dopo il primo successo in campionato. Per approdare agli ottavi i biancoverdi dovranno ribaltare lo 0-1 casalingo di tre settimane fa targato Di Rienzo per l’Eclanese. I gialloblu hanno il morale alle stelle in virtù del successo in rimonta ai danni del Città di Pompei. Missione non impossibile per la formazione sabatina il cui pensiero primario resta, tuttavia, il campionato che domenica riserverà un’altra sfida salvezza in quel di Faiano. In quest’ottica, la squadra che scenderà in campo al “Nuovo Lando D’Elia” sarà imbottita di baby e seconde linee. Nessuna intenzione di snobbare l’appuntamento da parte del trainer atripaldese che vuole valorizzare i suoi giovani e dare spazio a chi ha giocato di meno finora. In più c’è tutta la determinazione a cercare di vincere dopo le vittorie eclanesi nei primi due derby stagionali. L’atteggiamento tattico sarà quello adottato in occasione del vittorioso match contro la Virtus Ippogrifo. Così, nel 4-4-2 ci sarà spazio per Imparato (nella foto) tra i pali; Spina, Stompanato, Galliano e Sicignano nella linea a quattro di difesa; Cerullo, Rupa, Santucci e Modesto nella linea mediana; e presumibilmente Barletta a sostegno del’unico terminale offensivo D’Acierno. L’unico ballottaggio riguarda Barletta e Vecchione. Quest’ultimo nella seduta pre-derby ha rimediato un infortunio al piede sinistro che lo ha messo in forte dubbio per la gara contro i gialloblu. Il man of the match di sabato scorso è stato subito preso in consegna dal massaggiatore Pino Mariano che gli ha applicato un rigido bendaggio. Difficile immaginare un suo utilizzo, ma qualora dovesse farcela verrebbe impiegato sulla fascia al posto di Modesto con quest’ultimo pronto ad affiancare D’Acierno in avanti. Farà il suo esordio in maglia biancoverde Santucci che metterà minuti nelle gambe. Sul fronte infermeria migliorano le condizioni di Vacca che potrebbe essere disponibile per la trasferta di domenica. Sarà l’ecografia cui l’ex Turris si sottoporrà domani a sciogliere la riserva. Difficile invece il recupero di De Turris, tormentato da problemi intestinali che lo hanno reso praticamente inutilizzabile finora. Anche per lui è previsto l’esame ecografico.