Ariano, positiva al Covid-19 ma lo scopre 18 giorni dopo il tampone. Biogem: “Errore nella trasmissione di alcuni dati”

Ariano, positiva al Covid-19 ma lo scopre 18 giorni dopo il tampone. Biogem: “Errore nella trasmissione di alcuni dati”

19 maggio 2020

Scopre di essere positiva al Covid-19 esattamente 18 giorni dopo aver eseguito il tampone. Si tratta di una commessa di un negozio di alimentari di Ariano Irpino che, in quest’arco di tempo, ha continuato a svolgere il proprio lavoro stando a contatto con clienti e colleghi.

Nell’ex zona rossa di Ariano è scoppiato un nuovo caso dopo la denuncia sul web. E l’istituto Biogem del Tricolle, che sta processando i tamponi a tappeto effettuati dall’istituto Zooprofilattico di Portici nel lavoro di screening regionale, ha voluto chiarire la vicenda attraverso un comunicato stampa che si riporta integralmente:

In relazione a denunzie pubbliche di gravi ritardi nelle refertazioni delle analisi dei tamponi, l’istituto Biogem di Ariano Irpino precisa che nelle cinquemila analisi finora effettuate, a ritmi stressanti, si è verificato un inconveniente tecnico-informatico nella trasmissione dei risultati di alcune analisi regolarmente e tempestivamente refertate in data 8 maggio.

In particolare nel recepire i dati dal database interno, la piattaforma informatica regionale, evidentemente a causa di un crash momentaneo del sistema (come confermato da esperti informatici consultati), ha omesso alcun risultati.

Dell’errore si è potuto avere cognizione quando, a seguito di recentissime richieste di notizie sulle mancate risposte, si è proceduto al confronto tra i dati contenuti nel database interno e quelli recepiti nei file excel di trasmissione.

Biogem, per spirito di collaborazione in questo momento difficile, si sta sobbarcando ad un lavoro immane. Basti pensare che nella sola giornata di sabato scorso sono stati consegnati ben duemila tamponi da analizzare.