Due ragazze avellinesi tra i 19 talenti del Sanpellegrino Sales Campus Plus

Due ragazze avellinesi tra i 19 talenti del Sanpellegrino Sales Campus Plus

3 febbraio 2016

Sara Ventola, 25 anni, e Rita Spera 26 anni, entrambe di Avellino, dopo una selezione di oltre 2mila neolaureati sono entrate nel progetto che offre ai migliori talenti l’opportunità di fare un’esperienza formativa in azienda e sul campo. 

Valorizzare il talento dei neolaureati italiani aiutandoli a sviluppare le soft skills necessarie per competere nel mondo del lavoro e potenziare un nuovo modo di fare business. Con questo spirito è partita la terza edizione del Sanpellegrino Sales Campus Plus, il progetto che unisce la formazione d’aula con la pratica sul campo e che nell’ultimo biennio ha permesso al 98% dei partecipanti di trovare in seguito un’opportunità professionale in Sanpellegrino o in altre importanti realtà aziendali. Quest’anno a fronte di oltre 2mila candidature sono riuscite a entrare nei 19 che compongono la squadra finale anche due giovani donne avellinesi. Si tratta di Sara Ventola, 25 anni, che sarà inserita nello stabilimento di Cepina (SO) dove viene imbottigliata l’acquaLevissima, e Rita Spera, 26 anni, che entrerà nel team della fabbrica di produzione aromi e R&D di Madone (BG).

“Abbiamo da tempo intrapreso un percorso di valorizzazione dei giovani talenti che negli anni ha portato a risultati brillanti –afferma Stefano Agostini, Presidente e AD del Gruppo Sanpellegrino – Da un lato portare in azienda nuove idee e nuove visioni del mercato si è rivelato vincente per il nostro business e, dall’altro lato, siamo orgogliosi di aver messo e continuare a mettere a disposizione anche quest’anno le nostre competenze e la nostra organizzazione per sviluppare la crescita formativa e professionale di 19 ragazzi e ragazze”.

Il Sanpellegrino Sales Campus Plus consiste in uno stage di 6 mesi e prevede giornate di training formativo in aula e una fase operativa sul campo con il supporto costante di manager qualificati dell’azienda. L’obiettivo primario è offrire la possibilità di sperimentare in prima persona le dinamiche del business e sviluppare le soft skills, ovvero quel complesso di competenze psicologiche, relazionali e comunicative necessarie a collocarsi nel mondo del lavoro e avere successo nella vita professionale.

Il progetto è giunto alla sua terza edizione e, negli ultimi due anni, ha visto l’azienda accompagnare oltre 50 neolaureati nei loro primi passi professionali e conseguire un’opportunità in Sanpellegrino o in altre importanti aziende. Quest’anno i 19 ragazzi verranno così suddivisi: 10 nell’area commerciale; 6 in manufacturing, equamente distribuite nella fabbrica di produzione aromi e R&D di Madone (BG) e negli stabilimenti di Ruspino (BG) e Cepina (SO), dove vengono imbottigliati duemarchi di punta dell’azienda quali l’acqua S. Pellegrino e Levissima; 3 in supply chain.

Il Sanpellegrino Sales Campus Plus si colloca nel più vasto progetto Sanpellegrino Campus nato per avvicinare e sostenere il mondo dell’Università e dei giovani. Il percorso è partito con il Premio Sanpellegrino Campus, che assegna tre borse di studio del valore di 1.500 euro e tre stage alle migliori tesi di laurea in “Acqua e Benessere”, “Sostenibilità Ambientale ed Economica” e “Made in Italy”. In parallelo, viene sviluppato un ulteriore progetto, ovvero Sanpellegrino Meets University, un programma che mira a creare uno scambio reciproco di conoscenze ed esperienze tra il mondo accademico e la realtà diSanpellegrino. 

Sanpellegrino Sales Campus è un progetto del Gruppo Sanpellegrino sviluppato all’interno del più ampio programma “Nestlé needs YOUth” con il quale Nestlé si impegna a creare in Europa, nei prossimi tre anni, 20.000 nuove posizioni professionali per i giovani al di sotto dei 30 anni. Nestlé, offrirà 10.000 opportunità di apprendistato e stage e 10.000 posizioni professionali ai giovani, provenienti da tutti i Paesi europei, entro il 2016.