Donna decapitata a Brescia, non si esclude il suicidio

Donna decapitata a Brescia, non si esclude il suicidio

12 gennaio 2017

Il cadavere di una donna decapitata è stato ritrovato in un palazzo in piazza Vittoria, a Brescia, nella tromba delle scale interne condominiali. La testa, segnata da un forte colpo, era accanto al corpo. La vittima è una 56enne. Al momento non si esclude alcuna ipotesi, e tra queste anche il gesto volontario. La lesione potrebbe essere stata provocata dall’urto contro una ringhiera. Sul posto sono all’opera gli agenti della squadra Mobile.
È una donna di Ome, in provincia di Brescia, e non era residente nel palazzo dove è stata trovata morta la 56enne trovata decapitata in una torre di Piazza Vittoria a Brescia. Potrebbe essere entrata nello stabile per ripararsi dal freddo e, a quanto ricostruito, viveva una difficile situazione familiare. Appare sempre più sicuro che sia precipitata dal decimo piano, ma non è stato chiarito se si tratti di suicidio – ipotesi più probabile – o se qualcuno l’abbia gettata giù. Il fatto sarebbe accaduto, incrociano le testimonianze raccolte, tra l’una e le quattro della notte scorsa.

Fonte: ansa.it