Domenica arriva Bologna. Pancotto: “Esaltiamo le nostre qualità”

19 marzo 2010

Dopo il bagno di realtà e buonsenso di martedì scorso, coach Pancotto sveste i panni di saggio psicologo e si rituffa a pieno ritmo nel basket giocato. Domenica, al Pala Del Mauro (con diretta Sky Sport 2 a partire dalle 20,30) arriva la bestia nera Virtus, l’ultima ad aver espugnato il Pala Del Mauro e sinora sempre vincente nei due incontri di questa stagione. Un sprone in più per far bene e riscattare la doppia sconfitta tra campionato e coppa Italia: “L’approccio sarà come sempre fondamentale. Quella contro la Virtus dovrà essere ancora una volta una gara disputata ed interpretata facendo ricorso a quelli che sono i nostri aspetti migliori” – questa la ricetta del tecnico dell’Air, che prosegue: “Solo gettando il cuore oltre l’ostacolo e profondendo sul parquet una maggiore energia, potremo colmare il gap tecnico esistente”. L’aspetto psicologico è sicuramente la base dei successi biancoverdi, i quali però, non possono prescindere dal lato tecnico e dall’ormai famigerato tiro da tre, forse l’unico tallone d’Achille della Scandone 2010: “E’ innegabile che la problematica del tiro dalla distanza è una nostra lacuna, ma dalle statistiche troviamo ugualmente conforto. Se andiamo a vedere il numero di possessi a partita, le percentuali da due e l’apporto a rimbalzo, si capisce come i miei ragazzi abbiano fatto di necessità virtù, esaltando i lati nobili”. I felsinei giungeranno in Irpinia senza la stella Moss, forse l’unico individualista a disposizione di coach Lardo. Mancherà la ciliegina sulla torta di un roster in continua crescita ed evoluzione che dall’altra parte troverà un’Avellino al completo ed in uno stato di forma accettabile. Pancotto infatti è sempre alle prese con i problemi all’avambraccio sinistro di Troutman che: “Ci obbligano a svolgere un lavoro personalizzato per gran parte della settimana, salvo poi utilizzarlo assieme ad i compagni nelle ultime 2-3 sedute che precedono la gara. Anche Brown e Nelson sono reduci da piccoli fastidi, ma come sempre non facciamo drammi e guardiamo avanti