Si chiude una legislatura tormentata: i parlamentari irpini verso le “ri-elezioni”

Si chiude una legislatura tormentata: i parlamentari irpini verso le “ri-elezioni”

27 dicembre 2017

Pasquale Manganiello – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è pronto a firmare lo scioglimento delle Camere che, preso atto della conclusione della legislatura, potrebbe siglare già domani. E il Consiglio dei ministri probabilmente lo stesso 28 dicembre (o al massimo venerdì) varerà il decreto che fissa le nuove elezioni per il 4 marzo prossimo.

Il timing sull’asse Quirinale-Palazzo Chigi è definito. Gli appelli per un rinvio per tentare di approvare lo Ius soli sono caduti nel vuoto.

Saranno subito fissati i tempi di apertura della campagna elettorale e della convocazione della prima seduta delle nuove Camere.

È stata una legislatura tormentata che ha visto impegnati 8 parlamentari irpini. Nel 2013 furono eletti Gianfranco Rotondi, Cosimo Sibilia, Carlo Sibilia, Giancarlo Giordano, Angelantonio D’Agostino, Giuseppe De Mita, Valentina Paris, Luigi Famiglietti. Salvo colpi di scena, saranno tutti in corsa per tornare a Roma.

Rotondi proverà il salto in Parlamento nella coalizione di centrodestra con il suo partito Rivoluzione Cristiana.”Io vedo nel futuro una grande Dc cristiana e liberale – ha dichiarato recentemente Rotondi – vedo Berlusconi, Cesa, noi e tutti gli altri amici che si rifanno ai nostri valori comuni.”

Blindata la candidatura di Cosimo Sibilia con Forza Italia al Senato anche se non è chiaro se il presidente della Lega Dilettanti correrà nell’uninominale o nel listino bloccato.

Frammentata la situazione nella coalizione di centrosinistra. I rumors indicano Giuseppe De Mita come possibile candidato all’uninominale nel collegio Irpinia-Sannio mentre Angelo D’Agostino sembra il candidato ideale per sparigliare le carte nel collegio cittadino. Sarebbe arrivata direttamente da Matteo Renzi la benedizione per la candidatura (e probabilissima rielezione) di Luigi Famiglietti nel proporzionale Camera. Sicura di un posto anche Valentina Paris che probabilmente correrà in un listino fuori dalla Regione Campania.

Prepara la campagna elettorale anche Carlo Sibilia in attesa di conoscere i meccanismi di selezione dei cinquestelle per questa tornata.

Giancarlo Giordano sarà il leader Irpinia della nuova formazione a sinistra del Pd guidata da Piero Grasso.

È questo il tempo delle trattative e degli accordi in vista di un 4 Marzo che, però, potrebbe risultare non risolutivo. Il Rosatellum non garantisce governabilità ed i sondaggi ci restituiscono uno scenario incerto.