Dogana, Viale Italia, Palazzotto, ex Caserma dei Vigili: milioni di euro per rimetterli a nuovo

Dogana, Viale Italia, Palazzotto, ex Caserma dei Vigili: milioni di euro per rimetterli a nuovo

17 luglio 2018

Marco Imbimbo – A Piazza del Popolo ci sono progetti da milioni di euro per rimettere a nuovo buona parte di Avellino, il tutto secondo l’ottica di un rilancio generale della città. Eredità lasciate dall’amministrazione Foti e inserite in varie programmazioni, come il Bando per le Periferie e il PICS (Piano integrato città sostenibile).

In attesa che il sindaco Vincenzo Ciampi formi la sua squadra di governo, gli uffici procedono a ritmo spedito negli adempimenti burocratici per arrivare all’inizio dei lavori per alcune strutture. E’ il caso dell’Ex Dogana, Viale Italia, Palazzotto e ex Caserma dei Vigili Urbani di rione Parco. Interventi che, messi insieme, parlano di una spesa da milioni di euro, finanziata tra fondi regionali e ministeriali, a seconda dei casi. I primi tre, infatti, rientrano nel Pics, mentre l’ultimo nel Bando per le periferie.

Negli ultimi giorni, la casa comunale, ha provveduto a nominare, per ogni intervento, il responsabile unico del procedimento. Tutte figure interne all’ente, come da prassi. L’affidamento dei singoli incarichi è un passo propedeutico al prosieguo delle azioni da mettere in campo per arrivare all’inizio dei lavori, passando ovviamente per i bandi di gara con cui affidare gli interventi.

Dogana, intervento da 4 milioni di euro.
Nelle scorse settimane, a piazza del Popolo è stato nominato un nuovo responsabile del monitoraggio strutturale. Figura questa indispensabile per la supervisione della struttura in attesa, gravemente compromessa dell’incendio che la distrusse nel 1992, in attesa che partano i lavori per la sua ricostruzione. L’intenzione del Comune, così come descritto nel Pics, è quella di una sua ri-funzionalizzazione in centro servizi per i giovani. La Dogana, restaurata, sarà destinata ai giovani con particolare riferimento ai servizi per la cultura, l’imprenditoria e allo sviluppo di competenze imprenditoriali con target giovanile e femminile. Con tale intervento si prevede l’allestimento della sala polifunzionale di 250 posti (aula di formazione, sala convegni ed eventi), infopoint – front desk (dove si potranno avere tutte le informazioni sulle opportunità d’impresa) sui servizi e le attività del centro, oltre a tre ambienti polifunzionali: una sala di 80 mq dedicata per dibattiti culturali video-proiezioni, piccoli meeting, corsi e attività varie, una di 40 mq, sala studio, in cui sono previsti spazi di cooworking, postazioni operative con PC e connessioni wifi alla rete internet ed un’altra di circa 60 mq per sportello informativo, servizi alle imprese. Su un binario parallelo alla sua ristrutturazione, invece, viaggerà il contenzioso con gli ex proprietari per stabilire l’importo dell’esproprio.

Viale Italia, 500 mila euro.
Il progetto prevede la riqualificazione ambientale dell’ingresso ovest alla città, Viale Italia,  che dovrà essere oggetto di un intervento finalizzato al miglioramento dell’illuminazione, attraverso l’istallazione di sistemi di illuminazione pubblica con lampioni intelligenti e interventi di sostituzione delle sorgenti luminose attraverso l’installazione di sistemi automatici di regolazione (sensori di luminosità, all’implementazione di azioni che massimizzano i benefici in termini di risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili, sistema di illuminazione con esempi di smart lighting). Inoltre, collegato a questo intervento, c’è un altro progetto che prevede la realizzazione di una rotatoria nei pressi dell’incrocio con la chiesa di San Ciro e la piantumazione di 40 platani resistenti al cancro colorato.

Palazzotto, ex Casino Spinola, 800 mila euro
L’attuale scuola “Regina Margherita” riceverà un importante intervento di ristrutturazione denominato: valorizzazione e restauro del Palazzotto – ex Casino Spinola con corte/giardino per eventi culturali. Il progetto prevede un intervento di protezione e promozione del “Palazzotto”, del pianoterra, da cui si accede alla corte/giardino, che una volta riqualificata e ripristinata potrà essere adibita ad eventi culturali, rassegne musicali, pittoriche, scultoree ed enogastronomiche per far conoscere ai visitatori un pezzo di storia “antica” di Avellino.

Rione Parco, ex Caserma dei Vigili Urbani, 1,5 milioni di euro.
Il ritorno della Municipale presso l’ex Convento di San Generoso, ha liberato la struttura anche per consentire il lavoro di ristrutturazione previsto. Un intervento che servirà a rimettere a nuovo lo stabile, dall’aspetto strutturale a quello impiantistico, passando per la predisposizione di postazioni internet. L’intervento rientra nel bando per le periferie e punta a restituire la struttura nuova di zecca al popoloso quartiere di rione Parco