Divorzio Adc – MèL, Giorgione: “Questa politica mi indigna”

14 febbraio 2010

Il caso del divorzio di Merito è Libertà dall’Adc di Pionati, suscita anche il commento di Luciano Giorgione: “Sento il dovere di commentare a caldo quanto accaduto tra Merito è Libertà e l’AdC di Pionati, di cui faccio parte insieme ad altri esponenti. La politica fatta a questi livelli non mi fa altro che indignare, gli accordi si fanno e si mantengono, anche se nel corso dei lavori ci si accorge di aver intrapreso una strada sbagliata. Chi ha gli attributi va avanti univocamente per il raggiungimento di uno scopo solo ed esclusivamente per il bene dei cittadini e non per opportunistiche scelte e inciuci di occupare poltrone che poi non sarebbero all’altezza di gestire. Una perdita di persone perbene porta sempre dei dispiaceri, purtroppo se il modello politico attuale è questo, noi tutti che crediamo in valori sani dobbiamo estirpare queste metastasi allontanando i soggetti pericolosi e giocolieri delle vite e del futuro altrui. Non voglio fare nomi ma sappiamo tutti chi sono i soggetti che nell’AdC non stanno facendo altro che mietere iattura. Esprimo tutta la mia solidarietà verso le persone oneste che hanno fatto tale scelta augurando loro di non demordere e continuare con lealtà la strada della giustizia”.