Distretti Asl, Abate: “Valle Caudina penalizzata”

17 aprile 2009

Distretti Asl: la Regione Campania penalizza il territorio caudino. La pensa così il Componente del Comitato Provinciale per la Costituente di Centro, Palerio Abate che oltre a definire “ridicola e cervellotica” la riforma sulle Comunità Montane punta l’indice sui Distretti delle Asl, “finiti nel mirino degli ineffabili amministratori partenopei”.
“In nome di una razionalizzazione dei costi – ha spiegato – che non si vuole attuare davvero dov’è necessaria, infatti, si pensa di accorpare i Distretti regionale per prospettive di razionalizzazione delle quali, francamente, si fatica a comprenderne il senso.
Ancora una volta, dunque, la Valle Caudina rischia di pagare scelte senza senso perpetrate dalla Regione guardando all’unico criterio della cartina geografica, senza andare a conoscere nello specifico dinamiche e assetti del territorio”.
In base alla proposta di riforma approvata recentemente in Giunta, infatti, il Distretto Sanitario dell’Asl di Cervinara verrebbe accorpato a quello del Vallo Lauro-Baianese.
“Sono fin troppo evidenti i disagi ed i rischi per i cittadini dei nostri comuni – ha precisato – Una deriva dall’interesse generale che comincia a preoccuparci. Sulla vicenda dei Distretti Asl le Istituzioni – locali e regionali – si giocano buona parte della propria credibilità. Non possono essere sempre i cittadini a pagare per il malgoverno. Da parte nostra, cerchiamo di dare un piccolo contributo alla discussione affinché si possa scongiurare una simile iattura per il territorio.
E se i tentativi di mediazione proposti dovessero fallire, chiediamo con forza alle Istituzioni di avviare tutte le pratiche perché i pazienti dei nostri comuni restino in Valle Caudina, associandosi al Distretto Sanitario di Montesarchio.
L’Unione di Centro di San Martino Valle Caudina farà in fondo la propria parte, al fianco dei medici, del personale sanitario e soprattutto di tutti i cittadini, affinché si possa evitare un nuovo ‘scippo’ al nostro territorio”.