Dispersione scolastica in aumento, Fortini: “La povertà è una delle cause”

Dispersione scolastica in aumento, Fortini: “La povertà è una delle cause”

9 novembre 2018

“Abbiamo investito risorse ingenti sull’infanzia e l’adolescenza con il progetto Scuola Viva. Dietro la crescente dispersione scolastica ci sono anche tante storie di povertà”.

Così l’assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche Giovanili Lucia Fortini, ad Avellino per presentare il progetto Myla (My Land for children) gestito dalla società cooperativa sociale L’Isola che c’è-Onlus in partnership con l’ospedale Moscati di Avellino, l’Asl Avellino, i 28 comuni del Piano di Zona A5, l’istituto comprensivo Galiani di Montoro, la coop. Sociale Il Sorriso, Avanzi srl e finanziato con 660mila euro di fondi per il contrasto alla povertà educativa minorile.

“E’ importante creare reti più ampie sui territori”, aggiunge la Fortini. “La dispersione scolastica aumenta ed i giovani hanno meno competenze e sono quindi più deboli nel mercato del lavoro”.

Cinque spazi di ascolto saranno attivati presso gli uffici del piano di zona di Atripalda, al Moscati, all’Asl, all’I.C. Galiani di Montoro e presso l’associazione L’Isola che c’è. In tutti i punti sarà presente uno psicologo e un operatore esperto per l’ascolto ed il confronto.

Sarà fornito supporto socio-assistenziale alle neo mamme nel reparto maternità dell’azienda ospedaliera Moscati e presso il presidio ospedaliero di Solofra. Il consorzio servizi sociali A5 di Atripalda si occuperà delle prestazioni relative ai servizi educativi per la prima infanzia. Presso i Comuni di Avellino, Montoro, Solofra e Atripalda saranno organizzati confronti con gruppi di genitori. All’I.C. Galiani di Montoro e presso i micronidi di Montoro, Montemiletto e Montemarano si terranno laboratori di educazione alimentare