Disoccupati in aumento in Irpinia: l’Istat ne conta 27mila

Disoccupati in aumento in Irpinia: l’Istat ne conta 27mila

14 marzo 2019

Marco Grasso – Cresce ancora la disoccupazione in Irpinia. Un dato preoccupante anche perché in controtendenza con il resto del Paese dove il tasso di disoccupazione è passato dall’11,2% del 2017 al 10,6% del 2018.

Male invece la provincia di Avellino che registra un aumento dello 0,2%, passando dal 15,1% del 2017 al 15,3% del 2018. Il dato è ancora più inquietante se si pensa che nel 2016 il tasso di disoccupazione era al 14,6%.

Complessivamente sono 27mila le donne e gli uomini in cerca di occupazione. Il settore che assorbe la maggior parte di forza lavoro è quello dei servizi (92mila dipendenti, di cui 64mila dipendenti). Seguono industria (32mila, di cui 5mila autonomi), agricoltura (13mila, di cui 11mila indipendenti) e costruzioni (11mila, di cui 6mila lavorano in proprio).

A livello regionale, a fronte di una media del 20,4% la maglia nera va a Napoli (24,2%). Al secondo gradino c’è Caserta (19,3%). Appena meglio Avellino, ed a seguire Salerno (15%) e Benevento (11,3%). In calo la disoccupazione giovanile. Negli ultimi tre anni si è passati dal 50,6% del 2016 al 43,9% del 2017 fino ad arrivare al 39,7% del 2018. Fin troppo facile legare il trend, solo apparentemente positivo, ai crescenti flussi migratori.