Diplomi falsi alla Cisl, via al processo. Acquisito il servizio di Luca Abete

Diplomi falsi alla Cisl, via al processo. Acquisito il servizio di Luca Abete

20 giugno 2018

Renato Spiniello – Diplomi falsi alla Cisl di Avellino, dopo il caso esploso a seguito della messa in onda del servizio televisivo di Luca Abete per Striscia la Notizia e l’inchiesta avviata dalla Procura, è partito stamane il processo penale a carico di Antonio Perillo, l’ex collaboratore esterno del sindacato del capoluogo, e un altro imputato, che svolgeva il ruolo di esaminatore in un istituto di formazione privata sempre ad Avellino.

Secondo l’accusa Perillo, il principale indiziato dell’inchiesta, avrebbe promesso a una donna titoli utili per vincere il concorso nel personale Ata in cambio di 2.300 euro, facendosi consegnare parte della somma come anticipo. L’altro imputato, invece, avrebbe fornito il certificato della patenta europea alla stessa senza che questa abbia realmente sostenuto i corsi o l’esame finale.

Nell’ambito dell’indagine, tuttavia, ci sarebbero diversi istituti implicati e, infatti, risultano all’elenco degli indagati altre quattro persone.

Stamane, presso l’Aula di Corte d’Assise di Piazzale De Marsico, è stato breve il dibattimento. Giusto in tempo per il collegio giudicante, presieduto da Roberto Meloni, di acquisire le intercettazioni telefoniche e il servizio integrale di Striscia la Notizia, il cui audio verrà trascritto da un perito che sarà nominato alla prossima udienza fissata per mercoledì prossimo.