Dionisio: “Raggiunti tutti gli obiettivi. Nocerino?… Manca poco”

30 giugno 2010

È un Avellino che tassello dopo tassello prende forma: l’organico biancoverde va verso la definizione. Ancora poche pedine da consegnare a mister Salvatore Marra in vista della prossima stagione sportiva.
16 elementi in organico, 17 con Nocerino che è ormai in procinto di firmare. Alla fine di giugno, l’organico dei lupi è per grandi linee completato. Il D.G Nicola Dionisio sta lavorando alacremente per non farsi trovare impreparato ai nastri di partenza: “Ho raggiunto tutti gli obiettivi prefissati fino a questo momento – afferma l’uomo mercato dei biancoverdi – riuscire a ingaggiare dei giocatori importanti come Scandurra, Panatteri, Vicentin e Marruocco non può essere per me che motivo di orgoglio. Riuscire a strappare questi giocatori a squadre professionistiche rispettando il budget non credo che sia da tutti. Siamo felici del lavoro che stiamo portando avanti”.
Sta nascendo una squadra sostanzialmente giovane, un obiettivo è quello di abbassare l’età media dell’organico rispetto alla passata stagione?
“E’ vero che abbiamo preso un giocatore come Nocerino di provata esperienza, ma rispetto al passato l’organico è molto più giovane. Siamo riusciti a patrimonializzare giocatori come Meola e Rega che avevano diverse offerte di categoria superiore. Così come siamo riusciti a trattenere giocatori di prospettiva come D’Angelo e Fanelli. Insomma sta nascendo un Avellino che può fare grandi cose in D dove siamo adesso, ma anche in Seconda Divisione. Una rosa duratura”.
La linea offensiva è quasi completa?
“In attacco sono arrivati Scandurra e Vicentin, reduci da una vittoria in Seconda Divisione, con loro Panatteri, giocatore che cerca la definitiva consacrazione. L’intento è quello di trovare un altro elemento, ma questa è una operazione che concluderò quando troverò un buon affare. Dobbiamo avere un ‘roster’ che possa permettere al mister di avere due alternative in ogni ruolo. Cerchiamo un portiere di riserva, un ’91 e qualche altro under per completare l’opera”.