DIARIO DAL RITIRO/ Lupi verso il rompete le righe. Sullo osserva Marcolini

DIARIO DAL RITIRO/ Lupi verso il rompete le righe. Sullo osserva Marcolini

25 luglio 2018

di Claudio De Vito – Le fatiche vanno via via diminuendo fino al riposo pomeridiano nel ritiro di Ariano Irpino. L’Avellino si è ritrovato questa mattina tra palestra e campo con vista sul total relax del pomeriggio che consentirà a qualche calciatore di riabbracciare i propri affetti familiari. Lupi di nuovo al lavoro divisi in due gruppi con attivazione in hotel e spostamento all’arena “Pietro Mennea” per completare le operazioni alle quali hanno partecipato soltanto parzialmente Angelo D’Angelo, Reno Wilmots e Marco Migliorini.

Corsa differenziata per i primi due, sessione in sala massaggi per il colosso di Peschiera del Garda. Sempre fuori causa Nicola Falasco (riatletizzazione) ed Andy Kawaya (terapie). A fine allenamento anguria per tutti i protagonisti biancoverdi che si ritroveranno domani mattina sul campo per arrivare fino in fondo all’ultima seduta di ritiro in programma sabato mattina. Al rientro ad Avellino niente amichevole con la Cavese, annullata al pari di quella con la Virtus Francavilla che si sarebbe dovuta disputare ieri.

Spettatore d’eccezione in tribuna Salvatore Sullo, ex vice di Giampiero Ventura sulla panchina della nazionale azzurra con genitori originari di Castelvetere sul Calore e moglie di Lapio. Per lui un’occasione per visionare i lavori diretti da Michele Marcolini affrontato da avversario nella siam carriera da calciatore. Con lui l’ex allenatore dei portieri dell’Avellino Pasquale Visconti e Pietro La Porta che ha affermato: “Porto i colori biancoverdi sempre nel cuore. Con i colleghi facciamo il giro dei vari ritiro per osservare le metodologie e le filosofie di lavoro degli altri staff – ha aggiunto il preparatore atletico dei lupi durante la gestione di Domenico Toscano – per Avellino la Serie B è importante, da tifoso dispiace molto per questa situazione”.