DIARIO DAL RITIRO/ Lupi nell’arena: in tre out e una new entry

DIARIO DAL RITIRO/ Lupi nell’arena: in tre out e una new entry

16 luglio 2018

di Claudio De Vito – Pronti, partenza, via. E’ scattato il ritiro dell’Avellino che questa mattina alle 9.30 è sceso in campo all’arena “Pietro Mennea” di Ariano Irpino per un’ora e mezza abbondante di allenamento. Il sindaco Domenico Gambacorta ha fatto gli onori di casa insieme ai suoi collaboratori, dando il benvenuto a staff tecnico e calciatori subito all’opera sull’erba naturale non in perfette condizioni.

Alla prima delle due sedute giornaliere è mancato all’appello Pierre Ngawa da ieri con l’influenza. Il difensore belga è rimasto in hotel insieme a Marco Migliorini che si è diviso tra palestra e piscina. Fuori causa ma ugualmente al fianco dei suoi compagni Nicola Falasco, rimasto a guardare l’allenamento seduto in panchina. Ma c’è stato spazio per una new entry nel gruppo agli ordini di Michele Marcolini: si tratta di Simone Siciliano, difensore classe ’99 lo scorso anno in Primavera ma già nel giro della prima squadra.

29 in totale i calciatori a disposizione del tecnico ligure nel ritiro pre-campionato. Una lista destinata a mutare nel breve periodo con Luca Lezzerini verso il Venezia, Rino Iuliano (rimasto a casa) in orbita risoluzione e Ivan Lanni in arrivo per quel che riguarda la porta. Anche per Layousse Diallo si tratta il divorzio, mentre è questione di giorni la firma di Alessandro Buongiorno dal Torino. In bilico Lorenzo Laverone che piace ad Ascoli e Lecce. Idrissa Camarà dovrebbe finire alla Triestina.

Tornando al campo, il gruppo biancoverde ha rotto il ghiaccio con venti minuti di tecnica mista a divertimento in tre gruppi. Poi una sessione di partitella a metà campo a ranghi misti con il 3-5-2 (Bastianello; Morero, Curado, Pecorini; Valietti, Paghera, Di Tacchio, D’Angelo, Evangelista; Ardemagni, Castaldo) opposto al 4-3-3 (Pizzella; Laverone, De Risio, Houdret, Kawaya; Wilmots M., Moretti, Wilmots R.; Camarà, Mokulu, Bidaoui).

A segno Marten Wilmots, Bidaoui e Mokulu (rigore) per gli arancioni, Di Tacchio e Castaldo per i bianchi. A seguire una buona dose di circolazione di palla con pressione alla quale ha partecipato attivamente con apposita casacca lo stesso Michele Marcolini. E infine tattica per affinare le nozioni di 3-5-2 che l’allenatore sta inculcando già dal primo giorno di allenamenti di pre-ritiro ad Avellino. D’Angelo e compagni torneranno in campo alle 17.

Si delineano intanto gli appuntamenti pre-campionato. Già domani pomeriggio è previsto un test in famiglia. Dopo l’amichevole di lusso contro la Roma a Frosinone invece, l’Avellino sosterrà un altro test (avversario da definire) il 24 luglio trasferendosi al Partenio-Lombardi per l’occasione dove il 28 luglio invece sarà la Cavese l’avversaria dei lupi. Sarà l’ultimo collaudo prima dell’esordio ufficiale stagionale in Tim Cup. Oggi invece l’ultima spiaggia per integrare la documentazione relativa all’iscrizione bocciata giovedì scorso dalla Covisoc alla quale la società presenterà una fideiussione nuova di zecca per garantirsi la partecipazione al prossimo campionato.

La rosa dell’Avellino in ritiro.

Portieri: Bastianello, Di Gregorio, Lezzerini, Pizzella.

Difensori: Curado, Falasco, Houdret, Kawaya, Laverone, Migliorini, Morero, Ngawa, Pecorini, Siciliano, Valietti.

Centrocampisti: D’Angelo, De Risio, Di Tacchio, Evangelista, Moretti, Paghera, Wilmots M., Wilmots R.

Attaccanti: Ardemagni, Bidaoui, Camarà, Castaldo, Molinaro, Mokulu.