DIARIO DAL RITIRO/ Ripresa all’arena: gruppo quasi al completo

DIARIO DAL RITIRO/ Ripresa all’arena: gruppo quasi al completo

26 luglio 2018

di Claudio De Vito – L’Avellino è tornato a sudare nel ritiro di Ariano Irpino che ieri ha regalato ai lupi una mezza giornata di pausa. Staff tecnico e calciatori liberi per un pomeriggio in giro sul Tricolle e oltre: c’è chi ha scelto di trascorrerlo dal barbiere, chi ha dormito tutto il tempo con cena in hotel, chi ha cenato fuori e chi si è allontanato per qualche ora dalla sede del ritiro per ricongiungersi con gli affetti familiari. Tutti hanno rispettato la ritirata delle 22.

La ricarica delle batterie ha generato lo sprint per la ripresa di questa mattina caratterizzata da oltre mezz’ora di attivazione con e senza palla. A seguire l’esercitazione 5 vs 4 nelle due metà campo per testare la tenuta del terzetto difensivo e del mediano a sua protezione di fronte alla pressione in inferiorità numerica. Presente Marco Migliorini che si è allenato regolarmente come Angelo D’Angelo e Reno Wilmots reduci da lievi affaticamenti. Ai box Andy Kawaya costretto allo stop dal guaio muscolare alla coscia sinistra. Nicola Falasco invece continua a marciare verso il recupero.

Calma piatta dal punto di vista ambientale all’arena “Pietro Mennea” interessata durante la notte dalla contestazione diffusa nei confronti di Walter Taccone. Lo striscione firmato dal club A399 però è stato rimosso prima dell’allenamento per non lasciare tracce del malcontento almeno nella sede del ritiro. Ma il malcontento infuria nel capoluogo e nel resto della provincia con striscioni esposti anche a Flumeri, Monteverde, Caposele e Savignano Irpino.

Da una parte la contestazione, dall’altra l’urlo dell’intera tifoseria pronta a trasferirsi in massa a Roma martedì mattina. La Curva Sud avrebbe infatti già ottenuto adesioni per riempire quindici pullman. Oltre mille i supporters biancoverdi che al Foro Italico attenderanno la sentenza del Collegio di Garanzia del Coni con passione mista ad angoscia. Si punta al sostegno delle personalità politiche e istituzionali irpine. Un’intera provincia è in trepidante attesa.