Derby Avellino – Napoli – Il Questore invita alla reciproca civiltà

15 giugno 2005

Avellino città blindata. In occasione del match di ritorno della finale play-off tra Avellino e Napoli il capolugo irpino sarà una zona rossa. Anche se il Questore Mario Papa non sembra essere daccordo con questa definizione: “Non direi una città blindata – afferma – è un termine, che non si addice ad Avellino. Parleri piuttosto di una partita speciale che richiede una giusta sorveglianza per la salvaguardia della sicurezza di tutti. Saranno impiegate molte forze per garantirle, anche se confido nella civiltà già dimostrata in altre occasioni nelle due tifoserie campane”. Saranno non meno di mille gli agenti previsti. Tra Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri e Vigili Urbani il numero delle Forze dell’Ordine chiamate ad internire per la gara in programma domenica dovrebbe essere proprio intorno al migliaio. Un maxi- piano di sicurezza sitlato nella mattinata di ieri in Prefettura, quando al tavolo delle discussioni si sono seduti di vertici delle forze dell’ordine e i rappresentanti dei due club campani. L’importante sarà evitare il minimo contatto tra le due tifoserie. Confermata ieri mattina la capienza del Partenio a 24mila posti. Ufficialmente saranno 6500 napoletani a C.da Zoccolari. A loro andrà ll’intero settore di curva Nord. Il filtro avverrà tramite il settore ospite che dovrebbe fungere da cuscinetto, un area ibrida che dovrebbe servire solo da passaggio ma, non è escluso che resteri aperto nel caso dovessero giungere un numero esagerato di tifosi da capoluogo partenopeo.
Mentre sono 17000 i tagliandi messi a disposizione per i tifosi biancoverdi. I supporter del Napoli che giungeranno ad Avellino con pullman organizzati o di linea, e quelli a bordo di auto private, saranno bloccati nei punti di entrata in citta’ e scortati dal casello autostradale avellino est fin sotto la Curva Nord. Saranno quindi off-limiet per gli avellinesi Pianodardine, Contrada Amoretta e la strada Bonatti. Per i residenti che dovranno raggiungere lo stadio sarà stabilito un secondo percorso, che già oggi potrebbe essere ufficializzato dalla Questura di Avellino. Per i sostenitori azzurri, che decideranno di raggiungere Avellino a bordo di pullman di linea, l’Air ha disposto dei autobus che partiranno da Piazza Garibaldi, ma l’unica fermata sarà presso la Curva Nord. Stessa organizzazione per il ritorno. Non sara’ consentito arrivare nei pressi dello stadio a chi e’ sprovvisto di biglietto. Per motivi di ordine pubblico il Prefetto di Avellino ha anche ordinato la riapertura della strada che collega l’impianto sportivo con il casello autostradale di Avellino est, tratto chiuso per lavori da alcune settimane. All’esterno dello stadio non potranno essere vendute bibite in lattina e vetro. Intanto si sta procedendo all’allestimento di cassoni scarrabili intorno alla Tribuna Terminio e presso via Annarumma. Intanto il segretario dell’U.S. Avellino, Tonino Loschiavo ha invitato tutti i supporter biancoverdi “a bruciare” al più presto tutti i biglietti disponibili in modo da evitare il bagarinaggio e il pericolo che qualche tagliando riservato ai settori irpini finisca nelle mani dei qualche tifoso azzurro. “Bisogna assolutamente evitare, questo per questioni di sicurezza”. Un invito, quasi superfluo vista la corsa ai biglietti inizata alla apertura dei botteghini. Nel pomeriggio di ieri le file davanti ai botteghini della Sud sono state quasi chilometriche. Il Prefetto inoltre ha disposto, che la finalissima sarà trasmessa su Sky Calcio 1, Rai 3 (solo per la Campania), su Raisport Sat e Rai International.