Denunciati nove autotrasportatori sulla Statale delle Puglie

18 aprile 2009

I Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino nel corso di servizi di perlustrazione svolti lungo la Strada Statale 90 “delle Puglie” hanno deferito in stato di libertà nove autotrasportatori, di cui quattro di origine rumena. In particolare, i militari delle stazioni di Greci e Savignano Irpino hanno fermato e controllato accuratamente i mezzi adibiti al trasporto dei rifiuti di proprietà di aziende aventi sede legale a Battipaglia, Benevento, Casapesenna, Maddaloni e Sant’Anastasia, che trasportando i rifiuti in cassoni non completamente chiusi perdevano percolato oltre a emanare cattivi odori.
I Carabinieri, una volta generalizzati i conducenti dei compattatori, hanno provveduto a verificare le autorizzazioni in loro possesso. Dopo aver effettuato questi accertamenti hanno controllato meticolosamente i compattatori rilevando appunto perdite di percolato e la non totale chiusura dei cassoni. Da questi ulteriori controlli e dalle verifiche sono emerse responsabilità penali a carico di P.G. 51enne, U.F. 40enne e M.A. 42enne, della Provincia di Salerno, C.A. 35enne e D.F.M. 29enne entrambi residenti nel casertano, I.A. 41enne, A.I. 40enne, P.P. 36enne e C.M. 39enne, tutti di origine rumena, che, al termine dei controlli espletati dai Carabinieri di Greci e Savignano sono stati deferiti in stato di libertà per aver trasportato rifiuti in violazione delle autorizzazioni regionali occorrenti per svolgere l’attività di gestione di rifiuti. I Carabinieri, durante i controlli effettuati, sono stati avvicinati da numerosi abitanti della Via Nazionale delle Puglie esasperati dalla presenza dei compattatori fermi su quella strada statale in modo da ostruire il traffico veicolare, che hanno ringraziato i militari operanti per le operazioni condotte. Due autotrasportatori sono stati deferiti in stato di libertà due volte in un solo giorno, in quanto con due compattatori diversi hanno effettuato due viaggi verso la discarica di Pustarza perdendo percolato. Delle operazioni svolte i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino hanno dato immediatamente comunicazione alla Procura di Napoli e al Procuratore della Repubblica di Ariano Irpino, Dott. Luciano D’Emmanuele, sempre molto attento alle questioni riguardanti l’emergenza rifiuti nel territorio della Procura arianese. Gli odierni deferimenti sono gli ennesimi effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino lungo gli itinerari utilizzati dagli autotrasportatori diretti alla discarica di località Pustarza in Savignano Irpino; segno di una costante attenzione rivolta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino alla tutela dell’ambiente. Basti pensare che solo durante i primi mesi dell’anno 2009 i Carabinieri di Ariano Irpino hanno deferito in stato di arresto 12 persone che trasportavano rifiuti speciali, pericolosi e ingombranti in mancanza dell’autorizzazione, iscrizione e comunicazione prescritte dalla normativa vigente e deferito in stato di libertà altri 31 trasportatori per aver violato le autorizzazioni necessarie per effettuare l’attività di trasporto rifiuti.