Denso, Altieri (Uilm): “Qui prospettive rosee, altro che Fma”

24 novembre 2010

Avellino – Anche gli operai della Denso di Avellino – stabilimento con poco meno di 900 specializzato nella produzione di climatizzatori, moduli raffreddamento motore e scambiatori di calore con una tecnologia di ultima generazione – saranno chiamati nei prossimi giorni e fine a fine anno al sacrificio della cassa integrazione e delle ferie forzate. Sul punto, Gaetano Altieri, segretario generale della Uilm irpina, chiarisce: “La Denso è una delle poche aziende irpine che meno ha risentito della crisi economica – spiega – E’ chiaro che essendo la Denso una fabbrica legata a Fiat non vive un momento di forma brillante, per cui si farà qualche giorno di cassa integrazione che, vista la pianta organica dell’azienda, interesserà un numero massiccio di dipendenti. Ma ripeto, siamo nell’ordine di qualche giorno. Parlare di fine anno amaro mi sembra davvero una esagerazione – continua – anche per rispetto delle centinaia di operai in provincia che sono in situazioni assai più gravose”.

“Le prospettive di lavoro alla Denso sono rosee – conclude – anche perché si dovrà dare inizio alle lavorazioni per la componentistica di riscaldamento climatizzato della Panda. In questo caso siamo ben lontani, come si vede, da quello che accade alla Fma di Pratola Serra”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.