De Vito sul mercato: “Non sarà un Avellino giovane”

De Vito sul mercato: “Non sarà un Avellino giovane”

16 giugno 2018

“Non vedo una squadra così giovane, contiamo di definire l’organico a inizio agosto”. Il direttore sportivo dell’Avellino Vincenzo De Vito traccia le linee guida di un mercato decollato con l’avvento in panchina di Michele Marcolini. Il club biancoverde punterà alla conferma del blocco di esperienza della passata stagione con l’aggiunta di giovani di prospettiva nel mix da servire al nuovo allenatore.

“C’è stata già una riunione tra noi e il mister – ha spiegato il ds dei lupi – il presidente vuole che in ritiro ci siano giovani che abbiamo già in organico. Il mister poi dirà la sua, è un motivatore che sa gestire i giovani. Prenderemo quelli giusti guardando a quelli di cui disponiamo già”.

“E onestamente non ne vedo molti in rosa confermando lo zoccolo duro della passata stagione – ha aggiunto Vincenzo De Vito – abbiamo preso Kawaya che è un ’96, a destra prenderemo un’alternativa, in mezzo al campo ci saranno Di Tacchio, De Risio, D’Angelo e Wilmots, valutiamo Lasik. Dovremo essere bravi a mettere i giovani al posto giusto e a non far andare via risorse che già abbiamo in casa. Come portiere possiamo prenderne anche uno giovane con esperienza in B. Verificheremo la posizione di Lezzerini, il quarto attaccante sarà under”.

La politica sul mercato non cambia: definire il prima possibile la rosa per consentire all’allenatore di iniziare il ritiro con quella che a grandi linee sarà la squadra da guidare in campionato. “Se si guardano i confermati c’è poco da prendere – ha sottolineato De Vito – per gli inizi di agosto la squadra sarà ben definita, ci sarà da prendere al massimo una o due pedine a meno che quelli su cui puntiamo non avranno dimenticato quello di buono fatto. Allora dovremo correre ai ripari”.